Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CASALMAGGIORE

Ultimo saluto ad Achille, innamorato della generosità

Duomo gremito per l'addio a Scaravonati, scomparso a 57 anni. Don Rubagotti: "Spirito vulcanico e capace"

Jacopo Orlo

Email:

redazione@laprovinciacr.it

19 Agosto 2021 - 06:15

Ultimo saluto ad Achille, innamorato della generosità

CASALMAGGIORE - «Achille ha saputo nel suo tempo non demolire le proposte – quanto è facile! –, ma lanciarne di nuove, per restituirci la possibilità che i sogni costruiscano la realtà. E chi sa osare e sognare rende possibile il presente». In un Duomo gremito di persone e pervaso da una profonda e tangibile commozione, don Claudio Rubagotti ha accompagnato con un’omelia toccante l’ultimo saluto ad Achille Scaravonati, morto all’età di 57 anni. Un’intera città si è ritrovata in Duomo al funerale di un’infaticabile generoso per il bene del proprio territorio e del prossimo.

Dal mondo del volontariato a quello politico, dalle associazioni sportive alle realtà imprenditoriali, gli amici di una vita e tanti giovani si sono riuniti per condividere l’affetto e la propria vicinanza alla mamma Rita, alla moglie Raffaella, alle figlie Alice, Alessandra e Sara e ai fratelli Massimo e Cristina. Uno «spirito vulcanico e capace», quello di Achille: dalla festa dell’Europa a quella della Zucca, da Casalmaggiore Contemporanea a Inventio, fino all’ultimo «colpo» con le offerte donate al restauro dell’Abbaziale. A conferma della sua attenzione «per la città che ha amato e per i suoi interlocutori» ha detto don Claudio. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400