Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

LA DENUNCIA

M5S: "Cremona-Mantova, l'autostrada blocca il raddoppio ferroviario"

L'attacco a Fontana: "Regione Lombardia rischia di comprare per 25 milioni un progetto irrealizzabile"

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

12 Agosto 2021 - 16:48

M5S: "Cremona-Mantova, l'autostrada blocca il raddoppio ferroviario"

CREMONA - “Ad oggi l'autostrada costituisce non una, bensì due spade di Damocle sulla testa dei cittadini cremonesi, mantovani nonché di tutti i lombardi. Una è il rischio che l'autostrada fantasma col buco di 8,5 km blocchi il raddoppio ferroviario e la seconda che Regione Lombardia, il 31 ottobre, compri con soldi pubblici un progetto irrealizzabile e già da modificare prima di iniziare. Il tutto alla modica cifra di 25 milioni di euro.” Lo dichiara il consigliere regionale del M5s Lombardia Marco Degli Angeli, il quale spiega: “Siamo davanti ad un vero bluff del centro-destra lombardo, avallato in consiglio regionale anche dal Pd, e che verrà pagato a caro prezzo dai cittadini lombardi. Fontana sembra avere le mani bucate quando si tratta di pagare progetti inutili ed è avaro e piange miseria quando si parla di ospedali, treni e servizi utili ai nostri territori”.

"PROGETTI INCOMPATIBILI: LA REGIONE HA AMMESSO"

Degli Angeli, poi, aggiunge: “La risposta di Regione ad una mia richiesta di informazioni sulla compatibilità dei progetti che interessano l'asse viario Cremona-Mantova non lascia spazio ad interpretazioni. Regione Lombardia ammette che da inizio 2020 è nota una situazione di inconciliabilità tra il progetto autostradale e quello di raddoppio ferroviario e che il coordinamento tra i due progetti è risultato critico per i nuovi spazi dovuti al raddoppio e, in particolare, per quanto riguarda la progettazione delle opere che assicurano la continuità viabilistica di attraversamento Nord-Sud rispetto al corridoio infrastrutturale Est-Ovest della ferrovia e dell’autostrada”.

"DOPO 20 ANNI NIENTE DI FATTO"

A fronte di tali rilievi, Regione Lombardia ha chiesto ormai più di un anno fa ai soggetti competenti delle progettazioni dell’autostrada regionale e del raddoppio della linea ferroviaria di coordinarsi ulteriormente. Ad oggi risulta che i tavoli tecnici di coordinamento dell’intervento ferroviario con il progetto dell’autostrada regionale, con la partecipazione di RFI, del concedente CAL e dei progettisti delle rispettive infrastrutture siano ancora in corso di svolgimento, con il coinvolgimento di Regione Lombardia e anche con il coinvolgimento degli Enti Locali. Precisa il consigliere: “I due progetti definitivi, che a questo punto tali non sono, sono ancora in corso di affinamento per cercare di definire in modo condiviso le soluzioni progettuali, le tecniche realizzative sia per le due infrastrutture primarie, sia per le nuove opere di viabilità locale di scavalco dei due interventi." Quindi Degli Angeli conclude: "In poche parole, dopo 20 anni siamo ancora in fase di progettazione e i nodi arrivati al pettine sembrano impossibili da sciogliere. Però Regione Lombardia, spalleggiata da un irresponsabile fronte politico bipartisan, si prepara a versare 25 milioni di euro dei cittadini per comprare da Stradivaria SpA, un progetto già da modificare e insostenibile. In 20 anni la politica e i decisori pubblici non sono stati in grado di lavorare ad alternative valide e sostenibili come la riqualificazione dell'attuale SS10 ed ora fanno pagare ai cittadini la loro poca lungimiranza”

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cirio2

    12 Agosto 2021 - 18:02

    I 5 stelle in 5 anni ne hanno buttati di soldi dei cittadini e ancora vogliono continuare, basta vedere il reddito di cittadinanza, però danno fiato contro opere che loro stessi hanno cercato in tutti i modi di bloccare, vergognatevi sarebbe il minimo.

    Report

    Rispondi