Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMA

Dopo la lite spunta il coltello: cremasco denunciato

Controlli straordinari del Commissariato di Polizia: nel mirino la stazione e i locali notturni

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

09 Agosto 2021 - 14:44

Dopo la lite spunta il coltello: cremasco denunciato

CREMA - Il Commissariato di Polizia di Crema, guidato dal dirigente Bruno Pagani, ha attivato in questi giorni operazioni di controllo a vasto raggio nei luoghi maggiormente frequentati e ritenuti più sensibili come la stazione ferroviaria, il mercato cittadino, i parcheggi e i locali pubblici al fine contrastare fenomeni criminosi diffusi quali scippi, borseggi e - soprattutto, visto il periodo vacanziero - furti in appartamento e borseggi. L’attività, che ha visto l’impiego di numerose unità operative del Commissariato, si è conclusa con:

  • PERSONE IDENTIFICATE: 198
  • AUTOMEZZI CONTROLLATI: 84
  • POSTI DI CONTROLLO SULLE STRADE PRINCIPALI: 20
  • ESERCIZI PUBBLICI CONTROLLATI: 2
  • CONTROLLO SOGGETTI AGLI ARRESTI DOMICILIARI: 48


EBBREZZA ALCOLICA

Nell’area della stazione ferroviaria ed Autolinee sono stati sorpresi in evidente stato di ebbrezza alcolica due cittadini italiani: uno di anni 21 residente in provincia di Milano e l’altro di 48 anni residente a Crema, segnalati alla Prefettura di Cremona per ubriachezza.

CELLULARE RUBATO E RICETTATO

Sempre nella stessa zona è stata 'pizzicata' una cittadina bulgara di 40 anni, già conosciuta alle forze dell’ordine per reati contro il patrimonio e in materia di stupefacenti, che è stata segnalata alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cremona per ricettazione di un cellulare asportato poche ore prima ad una donna in un locale di via Serio. Quest’ultima aveva fornito una descrizione dettagliata dell’autrice del reato. L’apparecchio, tuttavia, era già stato ricettato dall’indagata.

COL COLTELLO IN TASCA

Un uomo di 45 anni, residente a Crema dopo un litigio con alcuni avventori all’interno di un locale ha estratto una lama, maneggiandola con fare minaccioso. L’uomo, che si è allontanato prima dell’arrivo di una volante, è stato rintracciato poco lontano dagli agenti: dalla tasca della felpa è spuntato un coltello a serramanico della lunghezza di 25 centimetri. Il 45enne è stato indagato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cremona per possesso di ingiustificato di armi atti ad offendere.

STAZIONE, LUOGO SENSIBILE

Il Commissariato ha da tempo rafforzato l’attività di controllo nell’area della stazione, ritenuta zona sensibile sia per il rilevante afflusso di persone, sia per la spontanea aggregazione di soggetti sospetti.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400