Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CASALMAGGIORE

Società Estudiantina, il nuovo cda punta sui piccoli musicisti

Il presidente Fava: vogliamo ricostituire la banda della scuola partendo dalle elementari

Davide Bazzani

Email:

redazione@laprovinciacr.it

17 Luglio 2021 - 06:20

Società Estudiantina, il nuovo cda punta sui piccoli musicisti

CASALMAGGIORE - Punta decisamente sul rilancio dell’attività bandistica il nuovo presidente della Società Musicale Estudiantina Fabio Fava, nominato dal consiglio direttivo, che ha anche eletto Sebastiano Fortugno come vicepresidente. Fava, con 35 preferenze, era stato il componente più votato dall’assemblea elettiva. «Vorremmo ricostituire la banda della scuola, a partire dalle scuole elementari», dice il nuovo presidente —. Inoltre vorrei lanciare un appello a vecchi bandisti che magari hanno smesso di suonare e che vorrebbero riprendere l’attività. Li accoglieremmo a braccia aperte, prevedendo anche attività di formazione nel caso in cui si rendesse necessario un ripasso». La banda della scuola è sempre stata concentrata nell’Istituto comprensivo Diotti e diretta dal maestro Daniele Marasi. La si è vista in azione diverse volte, in occasione dell’arrivo di scolaresche straniere a Casalmaggiore, per dare loro il benvenuto. La situazione della pandemia ha frenato tutto.

IL GRAZIE AL CONSIGLIO

Da Fava, diplomato in clarinetto e in composizione al conservatorio Arrigo Boito di Parma, un grande ringraziamento al consiglio «per la fiducia riposta in me, che mi impegnerò al massimo per ripagare».

GLI ALTRI INCARICHI

Sono stati inoltre definiti gli altri incarichi: «Massimo Mantovani — riferisce Fava — è stato confermato come tesoriere. Ha sempre fatto un lavoro splendido. Silvio Paroli è stato nominato segretario, ma sarà anche referente del coro insieme all’ex presidente Cesare Visioli. I referenti della banda sono Cesare Galli, Francesco Manfredi e il sottoscritto. I consiglieri Andrea Cosentino e Roberto Castelli terranno i rapporti con i corsi musicali».

OMAGGIO A VISIOLI

Un grazie di Fava va al predecessore Visioli per il lavoro svolto: «È una delle figure più in gamba che la Estudiantina potesse esprimere e ha dovuto svolgere il suo incarico in condizioni difficili a causa della pandemia. Ha dovuto assumere decisioni impopolari, come la chiusura dei corsi, ma non c’era alternativa viste le prescrizioni. Avrei fatto e farei lo stesso nella stessa situazione. Adesso l’auspicio è che le nostre attività possano riprendere completamente a settembre. Tutto dipenderà dalla situazione della pandemia, naturalmente. Intanto, comunque, abbiamo definito i nostri obbiettivi».

COLLABORAZIONI

Il neo presidente anticipa inoltre un’altra intenzione, oltre a quella di puntare sulle bande: «Mi piacerebbe che la Società Musicale Estudiantina avviasse un rapporto con il Casalmaggiore International Music Festival. Le forme sono da studiare, ma credo che una connessione tra le due realtà sarebbe importante».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400