Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

OGLIO PO

"Sanità da potenziare": i sindaci fanno muro

Incontro col dg Welfare di Regione Lombardia, Giovanni Pavesi: il territorio è unito e compatto

Davide Bazzani

Email:

redazione@laprovinciacr.it

16 Luglio 2021 - 05:55

"Sanità da potenziare": i sindaci fanno muro

RIVAROLO DEL RE - Quel che è emerso con più evidenza ieri pomeriggio al Centro Prisma di Rivarolo del Re, nella sala biblioteca, durante l’incontro tra i sindaci dell’ambito distrettuale Oglio Po e il direttore generale Welfare di Regione Lombardia, Giovanni Pavesi, è che i sindaci si sono dimostrati «uniti senza posizioni di campanile o politico-partitiche», sottolineando che il territorio Oglio Po «è unito, chiede attenzione e vuole poter risolvere i problemi». Un risultato importante, inseguito a lungo, con determinazione. Da parte della Regione, tramite il proprio rappresentante, è emersa una grande attenzione e disponibilità all’ascolto. L’incontro è iniziato alle 16 e terminato alle 18. Erano presenti i sindaci Luca Zanichelli di Rivarolo del Re, che ha fatto gli onori di casa sedendo a fianco di Pavesi, Filippo Bongiovanni di Casalmaggiore, Nicola Cavatorta di Viadana, Giuseppe Torchio di Bozzolo, Marco Pasquali di Sabbioneta, Pierguido Asinari di San Giovanni in Croce, Stefano Belli Franzini di Gussola, Valeria Patelli di Calvatone, Mario Penci di Tornata, Dino Maglia di San Martino del Lago, Alessandro Sarasini di Commessaggio, Pierromeo Vaccari di Casteldidone, Fabrizio Bonfatti Sabbioni di Spineda, con le deleghe dei sindaci assenti. Ma il territorio c’era, compatto, al di là delle diverse visioni politiche e appartenenze partitiche. Perché il tema in discussione, come è ormai emerso in modo deciso, è del tutto trasversale.

FOTO: FOTOLIVE/RAFFAELE RASTELLI


Nei diversi interventi i sindaci hanno sottolineato le problematiche della sanità territoriale, la carenza di medici e infermieri ospedalieri, nonché di medici di base e di un modello organizzativo che consenta di avere sull’area maggiore autonomia gestionale e finanziaria. I sindaci hanno sottolineato che il territorio Oglio Po è unito, chiede attenzione e vuole poter risolvere i problemi. Il dg Pavesi, riferiscono al termine dell’incontro i primi cittadini dell’Oglio Po, ha ascoltato con grande attenzione, delineando i primi indirizzi della revisione della Legge 23, che probabilmente sarà approvata in giunta entro fine mese e inizierà i passaggi in commissione e consiglio regionale nelle successive settimane. Da queste linee guida il direttore generale Pavesi ha chiesto ai sindaci di cominciare a ragionare su come dare esecuzione alle stesse in particolare sulle case di comunità, sugli ospedali di comunità e sulle centrali operative territoriali. Ha assicurato un successivo incontro entro il prossimo mese, condividendo anche le problematiche e le istanze promosse dai sindaci con i direttori generali di Asst Mantova, Asst Cremona e Ats Valpadana.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400