Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

LIBERTÀ CERTIFICATA

Dal 1° luglio il Green Pass, ecco come funziona

Il documento attesta l’avvenuta vaccinazione, la guarigione o la negatività a un test per il Covid-19

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

25 Giugno 2021 - 06:00

Dal 1° luglio il Green Pass, ecco come funziona

CREMONA - Per vivere un’estate piena e fare in modo che il Coronavirus non influisca oltremodo su viaggi e vacanze, il Green pass - la certificazione che attesta l’avvenuta vaccinazione, la guarigione o la negatività a un test per il Covid-19 - sarà fondamentale. Valido dal primo luglio prossimo in tutta l’Ue, potrà essere richiesto in alcune situazioni che si sono delineate nel corso degli ultimi giorni. Ecco una serie di informazioni utili, subito operative, per sfruttare al massimo questo documento. Con una precisazione: in alcuni casi sarà necessario attendere una regolamentazione precisa da parte dell’esecutivo.


CHI LO CONTROLLA


Il Dpcm sul Green pass firmato il 17 giugno dal premier Draghi autorizza il controllo del certificato da parte delle forze dell’ordine e dei pubblici ufficiali nell’esercizio delle proprie funzioni. Potrà verificare il certificato anche il personale delle compagnie aeree, marittime o dei trasporti. Nel caso di eventi artistici, concerti, spettacoli, sportivi, potranno richiederlo i gestori dei locali pubblici o dei luoghi dove si svolgono questi eventi.

Le regole del Green pass


BANCHETTI E CERIMONIE

Il Green pass è necessario per partecipare al banchetto di un matrimonio, anche se avviene all’aperto.

VIAGGI ALL’ESTERO

Il Green pass sarà valido come Eu digital Covid certificate, vale a dire il pass europeo che renderà più semplice viaggiare da e per tutti i Paesi dell’Unione europea e dell’area Schengen, evitando a chi lo presenta la quarantena.

TRASPORTI

Il personale delle compagnie aeree, marittime o dei trasporti potrà verificare il certificato. Può essere utile contattare le compagnie per verificare eventuali misure restrittive in atto.


ALBERGHI


Il Governo ha precisato che albergatori, ristoratori e negozianti non avranno il diritto di chiedere ai clienti il certificato verde. Vanno peraltro rispettate le restrizioni previste dalle singole strutture e, se ci si trova all’estero, quelle del Paese ospitante.


SPOSTAMENTI INTERNI


Il certificato è necessario per spostarsi verso regioni arancioni o rosse.


VISITE NELLE RSA


Il Green pass è necessario per far visita agli ospiti nelle residenze sanitarie assistenziali, ma anche in tutte quelle strutture che offrono prestazioni sanitarie, socio-sanitarie e assistenziali.


SPETTACOLI E CONCERTI


I gestori e organizzatori di spettacoli e concerti potranno chiedere di mostrare il certificato, ma al momento la materia non è stata regolamentata. Tra le ipotesi c’è quella che il certificato venga reso obbligatorio per gli eventi con capienza maggiore di mille spettatori all’aperto e a 500 al chiuso (le attuali limitazioni).


DISCOTECHE


Anche questa materia va definita. Secondo alcuni esponenti dell’esecutivo, entro i primi dieci giorni di luglio le discoteche potranno aprire: il criterio del Green pass potrebbe essere applicato anche a questi locali.


EVENTI SPORTIVI E STADI


Il Governo ha spiegato che nel caso di manifestazioni sportive, in particolare per le partite di calcio, molto probabilmente sarà richiesta la presentazione della certificazione per accedere agli impianti.


CINEMA E TEATRI


Già adesso per entrare in cinema e teatri sono previste alcune misure di sicurezza, tra le quali il distanziamento tra le sedute delle platee e l’obbligo di mascherina. Non sarà quindi richiesto il Green pass per assistere agli spettacoli.


RISTORANTI


Non è necessario presentare alcuna documentazione per pranzare o cenare in un ristorante.
Per i titolari dei locali è facoltativa la misurazione della temperatura all’ingresso dei clienti nei locali, ma rimane anche in zona bianca il limite massimo di sei commensali nei tavoli che si trovano all’interno dei locali. All’aperto, invece, sono possibili le tavolate tra amici.


FIERE E CONGRESSI


Nella nota con cui il ministero della Salute ha annunciato la disponibilità online dei Green pass, le fiere, i convegni e i congressi sono inseriti tra gli eventi per cui il certificato «facilita la partecipazione». Al momento non si sa, quindi, se sarà reso obbligatorio oppure no.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400