Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA

Sforza lascia dopo 41 anni in prima linea

L’emozione del comandante della Polizia locale, in pensione da agosto

Massimo Schettino

Email:

mschettino@laprovinciacr.it

05 Giugno 2021 - 09:12

Sforza lascia dopo 41 anni in prima linea

Il comandante Pierluigi Sforza con l'assessore Barbara Manfredini

CREMONA - Il comandante della Polizia locale Pierluigi Sforza va in pensione il primo di agosto, «dopo 41 anni e mezzo di vita nel Corpo». C’è tanta emozione nelle parole di Sforza e anche il pudore di chi non vuole che sia questo sentimento privato, intimo, a dare la forma ad un momento importante della propria esperienza professionale che coincide con una tappa nella vita della città. Città che adesso si prepara al cambio al vertice della Locale con una selezione pubblica che avverrà probabilmente fra metà giugno e luglio.

E quella di ieri al Comando è stata la sua ultima celebrazione dell’anniversario di fondazione della Polizia locale. Una cerimonia che è stata occasione di un bilancio dell’attività del Corpo e di un bilancio personale. Dopo un veloce resoconto delle attività svolte dalla Polizia locale e già illustrate in occasione della ricorrenza di San Sebastiano, Sforza ha voluto concludere il suo

È stato un percorso bellissimo di cui mi rimarranno le persone che ho incontrato. I colleghi e i maestri che mi hanno insegnato la correttezza e il rigore morale

intervento così: «In questa lunga esperienza ho più ricevuto che dato da tutti i miei collaboratori», ai quali ha rivolto un profondo ringraziamento.

«È arrivato anche per me — ha spiegato Sforza, raggiunto al telefono nel pomeriggio — il momento di farmi da parte dopo 41 anni e mezzo. È stato un percorso bellissimo di cui mi rimarranno le persone che ho incontrato. I colleghi e i maestri che mi hanno insegnato la correttezza e il rigore morale che il nostro lavoro impone nel rapporto con i cittadini. Ma non ho imparato solo dagli anziani, anche i giovani mi hanno insegnato e trasmesso il loro entusiasmo».
Sabato 19 Sforza compirà 62 anni, una vita con la divisa della Polizia locale che ha cominciato a vestire a 21 anni, quando, il 4 marzo del 1980 è stato assunto dal Comune di Cremona con la qualifica di agente di Polizia municipale addetto al Servizio viabilità.

Diplomato in elettronica industriale all’Itis, Sforza è stato vice comandante dal 2003 al 2014, quando ha assunto l’incarico di comandante.
Ed è un ritratto senza ombre quello tracciato dall’assessore alla Sicurezza, Barbara Manfredini, durante la cerimonia: «Permettetemi un pensiero al Comandante nel suo anno in cui avverrà la cessazione dal servizio, persona e uomo leale, competente e sempre disponibile con tutti gli agenti, gli ufficiali gli amministratori, me compresa, le Forze dell’Ordine. Guida sicura ed esperta, formatore ed educatore, attento ai bisogni dei cittadini e sempre al servizio della città e dei territori vicini, persona che ha saputo incarnare i valori di fierezza, disciplina e bontà come è scritto sul labaro della Polizia Locale».
Un particolare ringraziamento a Sforza è arrivato anche dal sindaco Gianluca Galimberti che lo ha definito «persona di grande umanità e spiccata sensibilità».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400