Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

STORIE DI UOMINI E ANIMALI

Ichnusa, il cane guida di Roberto: "E' bravissima"

Visita dei vertici del Lions a Cingia: a novembre avevano consegnato al 33enne non vedente questa preziosa compagna di vita

Davide Bazzani

Email:

redazione@laprovinciacr.it

31 Maggio 2021 - 06:50

Cane

Da sinistra Elena Nazzari, Fausto Casarin, Dania Carla Veluti, Roberto Brunelli con a fianco il papà Sergio e la mamma Paola Rosanna e il Governatore Lions Cesare Senzalari

CINGIA DE' BOTTI - Da novembre dello scorso anno Roberto Brunelli, 33 anni, non vedente dalla nascita, ha un meraviglioso cane guida ad accompagnarlo, Ichnusa, una femmina di labrador che ha compiuto due anni a gennaio. E’ stato il Lions a fornirgli questa preziosa compagna di vita. Ieri pomeriggio sono venuti a trovare Roberto, nella sua casa singola che si trova già all’interno del territorio di Vidiceto, proprio al confine con Cingia, Cesare Senzalari, Governatore del Distretto Lions 108 IB3, Fausto Casarin di Grontardo, coordinatore dell’area comunità dello stesso Distretto, Elena Nazzari, presidente del Distretto Leo 108 IB3 d Dania Carla Veluti, referente distrettuale per i cani guida. Insieme a Roberto erano presenti i suoi genitori, papà Sergio e mamma Paola Rosanna. Una visita organizzata per sentire l’esperienza di Roberto con Ichnusa.

«Prima di Ichnusa avevo Josh, un labrador di colore nero, che è stato con me per 12 anni e poi purtroppo si è ammalato – ha raccontato Roberto -. Quando è arrivata lei, le prime due settimane andavo solo con il guinzaglio per farle vedere i miei soliti punti di arrivo, come la casa dei miei e il posto di lavoro alla Fondazione Germani. Per una settimana è stato qui un istruttore. Ma adesso vado in paese da solo, insieme a lchnusa. E’ sempre stato un bravo cane. All’inizio mi sono dovuto abituare, ma dopo non ho più avuto problemi. Lei è già abituata che a volte deve restare qui da sola, ma non fa danni, è molto brava. Quando torniamo guarda e capisce se siamo andati da altri cani ed è contenta se non lo abbiamo fatto».

Per chi non lo conosce, va detto che Roberto – che compirà 34 anni il prossimo 22 agosto – è una forza della natura. «Quando è nato – ricorda la mamma – pesava sei etti e 70 grammi». Nonostante le difficoltà legate alla sua condizione di non vedente, ha combattuto con una determinazione incrollabile e ha raggiunto la sua indipendenza: adesso vive da solo. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400