Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

LA RASSEGNA

Tra stand e turisti, a Pandino torna la Fiera d'autunno

Anche i «gemelli» francesi all’appuntamento con espositori, mostre, musica della banda e le majorette

Stefano Sagrestano

Email:

stefano.sagrestano@gmail.com

17 Ottobre 2021 - 16:34

PANDINO - Entusiasmo e voglia di ricominciare: così è stata accolta dai pandinesi la Fiera d’autunno, dopo due anni di buio. Era dall’ottobre 2019 che il paese non viveva più l’atmosfera di una delle sue due sagre (l’altra è quella di San Giuseppe a marzo), per le limitazioni alle manifestazioni pubbliche dovute alla pandemia. Oggi la giornata domenicale non ha tradito le attese. Tanta gente sin dalla mattinata, con il clou a metà pomeriggio. Visitatori da tutto il Cremasco, con centinaia di auto parcheggiate nelle zone periferiche del paese, essendo l’intero centro storico chiuso per lasciare spazio a stand, bancarelle e associazioni. Dopo l’esibizione di majorette e banda civica in via Circonvallazione, la cerimonia inaugurale si è tenuta alle 11 in castello. Il sindaco Piergiacomo Bonaventi ha dato il benvenuto alla delegazione francese gemellata di Saint Denis en Val, ai primi cittadini del territorio e agli altri ospiti. Il taglio del nastro ha dato ufficialmente il via alla kermesse, che per questa ripartenza ha presentato alcune novità rispetto al passato. Ad esempio la scelta di dedicare piazza Vittorio Emanuele III allo street food, invece che riservarla all’esposizione dei concessionari d’auto.

L’arena esterna del castello è stata come sempre riservata alle attrazioni del luna park, affollate già da venerdì e poi ancora sabato. Ad entrambi gli accessi ha funzionato il controllo Green pass: le giostre rimarranno in paese tutta la settimana. Nel maniero i visitatori hanno potuto ammirare le mostre d’arte e la permanente di Marius Stroppa, ospitate nelle sale del loggiato superiore. Aperta anche l’esposizione dedicata ai 20 anni del gemellaggio. In via Castello hanno trovato posto gli stand delle associazione di volontariato. Impegnati decine di pandinesi, per un’occasione di incontro e per ritrovarsi dopo un lungo periodo di stop forzato. L’area dello shopping è stata organizzata in via Umberto I e in parte lungo la circonvallazione. Bancarelle di hobbisti e collezionisti, prodotti tipici, abbigliamento, giocattoli e idee regalo. Da segnalare, inoltre, il ritorno dei turisti al castello, con il gruppo di ciclisti che ha partecipato al tour sui luoghi del film premio Oscar Chiamami col tuo nome. Una fiera che ha saputo coniugare divertimento, commercio e sicurezza, grazie anche alla presenza discreta ma costante delle forze dell’ordine e dei volontari dell’Associazione nazionale carabinieri, incaricati dal Comune di presidiare le aree più frequentate. 

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400