Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CASALMAGGIORE

L'undicesima Discesa del Po è un successo

Un’ottantina di imbarcazioni in acqua, una quindicina di nuotatori e tanti ciclisti, per un totale di circa 300 partecipanti

Davide Bazzani

Email:

redazione@laprovinciacr.it

12 Settembre 2021 - 12:46

CASALMAGGIORE - Un’ottantina di imbarcazioni in acqua, una quindicina di nuotatori e tanti ciclisti, per un totale di circa 300 partecipanti. L'undicesima Discesa del Po è un successo, favorito anche da una bella giornata di sole.

La partenza principale è avvenuta alle 10.25 di questa mattina dal Lido Po di Casalmaggiore, preceduta dagli interventi di saluto coordinati dal presidente dell’associazione Persona-Ambiente, Damiano Chiarini: “Questa è un'edizione speciale e particolare perché si tiene su due giorni. Ieri abbiamo già assaporato la bellezza del fiume con 50 persone in barca e in acqua è stata veramente un'esperienza splendida. Oggi è la giornata ormai classica che si tiene da 11 anni”.

Il presidente della Polisportiva Amici del Po Paolo Antonini: “Speriamo che sia una giornata che ci consente di capire e comprendere quanto sia bello stare sul fiume e apprezzare i suoi valori. Siamo all'interno della riserva Mab Unesco ed è una grande occasione per conoscere e come dico sempre per far sì che il Po sia lasciato meno solo perché spesso è dimenticato da tutti anche se attraversa il nord Italia e attraversa regioni che producono il 40 per cento del Pil”.

L’assessore alla Cultura di Casalmaggiore Marco Micolo ha sottolineato “la centralità del fiume Po nel nostro territorio come volano dell'economia del turismo” e ha rimarcato “la necessità assoluta della salvaguardia ambientale e della promozione turistica del Po che veramente può offrire veramente delle eccellenze e delle possibilità a questo territorio per fare veramente il salto di qualità dal punto di vista turistico. Un grazie a Persona Ambiente, agli Amici del Po e all’Eridanea per questa manifestazione, perché dietro c'è veramente uno sforzo organizzativo pazzesco. L'amministrazione di Casalmaggiore appoggia sempre in pieno questa iniziativa perché ne condivide i valori perché ne condivide lo scopo”.

Il sindaco di Viadana Nicola Cavatorta: “Grazie a tutti per l'invito e grazie soprattutto agli organizzatori che rendono possibile ormai da 11 anni a questa parte questa iniziativa stupenda, punto di unione tra due regioni e tra quattro province. Ha tutte le caratteristiche per diventare qualcosa a livello nazionale: io ci credo, dobbiamo crederci anche noi perché è veramente qualcosa di bello”. Il sindaco di Bozzolo Giuseppe Torchio, sempre presente alla “Discesa”, ha detto che l’iniziativa “è pertinente con quello che si sta facendo anche nel mio paese, la tre giorni dedicata a don Primo Mazzolari, con la sottolineatura dei valori ambientali, fatta anche da Papa Francesco. Noi qui siamo al centro della pista ciclabile Ven.To, Venezia-Torino, e vicini alla confluenza della pista Brezza, considerata la più bella pista ciclopedonale italiana. Ci dà la possibilità di sperare che questi itinerari trascurati anche sul piano delle infrastrutture legate all'ambiente possano tornare al centro, con il rilancio dei valori dell’ambiente e della qualità del nostro territorio”.

Sara Zambotti di Caterpillar, il noto programma di Rai Radiodue, ha ringraziato per l’invito: “E’ bellissimo quello quello che vedo e - ha scherzato - io sono già stanca per voi che sarete in canoa con un'impresa fisica per me insormontabile. Vedo già che siamo pronti per le Olimpiadi del Po. Noi siamo pronti con una grande radio cronaca di quello che potrà succedere. Prepariamoci amministratori per lanciare le Olimpiadi del Po, questa volta la Rai avrà i diritti”.

Chiarini ha aggiunto: “Il fiume è fatto di persone, ognuna con un suo vissuto unico. La Discesa sul Po è un ritrovarsi tra uomini e donne di fiume. Oggi ci ritroviamo come comunità del grande fiume. Siamo qui per respirare e vivere la bellezza di questa natura. Sul fiume ieri oggi abbiamo vissuto e vivremo queste emozioni accompagnati anche dalla fatica perché il fiume è come vivere. L’impegno per la tutela dell'ambiente comportano fatica e sacrifici”. Un saluto è giunto anche dalla giornalista Rossana Santolin: “Una volta che conosci questo grande fiume poi è impossibile non innamorarsene. Questa è una manifestazione magnifica, la dimostrazione dell'importanza della comunità del Po con i suoi patrimoni di saperi e anche di sapori”.

FOTOGALLERY: FOTOLIVE/RAFFAELE RASTELLI

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400