Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

VICOMOSCANO/CASALMAGGIORE

Festa della lavanda: celebrazione dell’olfatto, del gusto e della vista

Organizzata dalla cooperativa Santa Federici, nell’ambito del progetto “Tellus”, in memoria di Carlo Gardani

Davide Bazzani

Email:

redazione@laprovinciacr.it

28 Giugno 2021 - 09:52

VICOMOSCANO (CASALMAGGIORE) - Celebrazione dell’olfatto, del gusto e della vista, con finalità sociali e di memoria, domenica pomeriggio, a Vicomoscano, grazie alla “Festa della lavanda” organizzata dalla cooperativa Santa Federici, nell’ambito del progetto “Tellus”, in memoria di Carlo Gardani, scomparso lo scorso 12 gennaio, già presidente della Casalese, consigliere comunale, fondatore delle Guardie ecologiche volontarie e anima di tante iniziative a Casalmaggiore. 

A fare gli onori di casa sono state Enrica Campanini e Barbara Ghezzi, che hanno ricordato come tre anni fa Gardani aveva insistito fortemente perché un appezzamento di terra posto in via Tasso 50 venisse convertito alla coltivazione della profumatissima pianta, mediante la Cooperativa Tellus, della quale è stato uno dei padri fondatori, per aiutare persone che avessero bisogno di un lavoro. Un “banner” posto a margine ha ricordato tramite immagini il lavoro svolto e i risultati ottenuti dalla trasformazione della lavanda, con la produzione di sapone, shampoo, olio e non solo.

Ad animare la festa sono state con alcune esibizioni le allieve della scuola di ginnastica artistica Gymnica 2009, guidate da Marta Borrini, una delle insegnanti allenatrici, con Simona Lanzetti e Renato Incerti a presentare le protagoniste e i vari momenti. Nell’intervallo è intervenuto anche il parroco don Claudio Rubagotti, che ha ricordato con parole affettuose l’amico Carlo. Presente al completo la famiglia Gardani. Il figlio Giovanni ha ringraziato in modo sentito per l’iniziativa e ha a sua volta ricordato, con parecchia commozione e intensità emotiva, il papà, scomparso a 72 anni mentre era ricoverato all’ospedale Oglio Po.

Chi voleva poteva raccogliere i fiori della lavanda direttamente nel campo, una bella esperienza per chi l’ha provata. La Santa Federici ha deciso di devolvere il ricavato della giornata alla borsa di studio in memoria di Carlo Gardani, in cui sono coinvolti l’Istituto di istruzione superiore Giovanni Romani e la Fondazione Santa Chiara. I temi indicati sono la crescita dei giovani attraverso lo sport, l’impegno e l’educazione al rispetto dell’ambiente, l’impegno civico e politico come mezzo per migliorare la qualità della vita, al servizio della propria città e territori, e soprattutto delle persone meno fortunate. Non a caso, gli argomenti cui teneva molto Gardani.

La Gelateria Infinito per l’occasione ha preparato il gelato alla lavanda e la gastronomia Charlie di Vicomoscano, invece, il risotto preparato sempre con questo fiore. Due vere delizie a detta di tutti.

FOTO: FOTOLIVE/RAFFAELE RASTELLI

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400