Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA. L'EVENTO

Tognazzi: Buon Compleanno Ugo! «E' la nostra quarta T»

Il bilancio di due giorni di convegno. Ricky e Gianmarco Tognazzi, in collegamento da remoto, hanno ringraziato per l’onore tributato al padre

Nicola Arrigoni

Email:

narrigoni@laprovinciacr.it

23 Marzo 2022 - 17:05

CREMONA -  Ti ficca gli occhi addosso, ti interroga beffardo, baffo ben curato, giacca rossa su sfondo giallo: è Ugo Tognazzi, ritratto nel francobollo che Poste Italiane ha voluto per celebrare ieri i 100 anni del grande attore cremonese. La vignetta raffigura un ritratto di Ugo Tognazzi in primo piano su uno sfondo in cui s’intravedono alcune pellicole cinematografiche; in alto a destra spicca l’icona stilizzata di un ciak.

L’annullo filatelico – atto ufficiale che dà vita alla pubblicazione di francobollo – ha aperto la seconda giornata del convegno, Ugo Tognazzi, questa specie di attore, convegno curato da Elena Mosconi, docente di storia del cinema, e organizzato dal Dipartimento di Musicologia e Beni culturali, dal Comune e dal Comitato 100% Ugo.

Ricky e Gianmarco Tognazzi, in collegamento da remoto, hanno ringraziato per l’onore tributato al padre: Richy ricordando quando Ugo nel 1964 gli regalò un album di francobolli con quelli delle Olimpiadi di Tokyo e Roma, mentre Gianmarco si è augurato «che il francobollo di Ugo possa superare il valore del Gronchi rosa, sarebbe un modo per risarcire papà dalla censura della Rai dopo la scenetta della sedia con Vianello a Un, due, tre».

E a dare conferma di come la T di Tognazzi sia destinata ad affiancarsi alle altre tre T - Turas, Turòon e tetàas - è stata l’assessore Barbara Manfredini: «Tognazzi è a tutti gli effetti simbolo della nostra città, ci stiamo lavorando da un po’ e la Festa del Torrone sarà l’occasione per rendere più che ufficiali le nostre quattro T in cui Tognazzi non ha certo nulla da invidiare alle altre tre». La seconda giornata di convegno ha analizzato gli aspetti meno noti di Tognazzi e l’eredità dell’attore cremonese. 

«Le due serate di proiezioni al Filo sono state partecipate, è piaciuta la maratona di martedì sera che si è conclusa con la proiezione del docufilm di Ricky Tognazzi — ha detto Giovanni Schintu di CineFilo —. C’è stato un bel lavoro di collaborazione fra noi, Comune e università, Tognazzi è un collante prezioso di idee e di buon umore».

Buon compleanno Ugo! i cento anni dell’attore di Amici miei hanno ridato cittadinanza al Tognazzi cremonese e confermato la fama mondiale di un artista che dal francobollo di Poste Italiane ci guarda, un po’ malinconico e beffardo, inafferrabile come il suo talento di attore. 

Nel video l'intervento anche di  Alessandro Garavaglia autore del libro Tognazzi 60.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400