Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CREMONA - MOSTRA DIFFUSA

Con "Affiche" il cartellone pubblicitario è un'opera d'arte

Biciclettata per inaugurare il percorso alla scoperta delle opere di Massimo Caccia disseminate per la città

Riccardo Maruti

Email:

rmaruti@laprovinciacr.it

17 Ottobre 2021 - 21:24

CREMONA - Quello tra pubblicità e arte è un rapporto multiforme e fecondo che con Affiche - iniziativa ideata e organizzata dall'associazione culturale Tapirulan - trova declinazione in una mostra diffusa che è un invito alla scoperta. Le opere firmate da Massimo Caccia sono collocate su 24 plance pubblicitarie disseminate nel territorio cittadino: un vero e proprio percorso espositivo attraverso lo spazio pubblico. La decima edizione della rassegna si è aperta, secondo tradizione, con una biciclettata sulle tracce delle illustrazioni "mimetizzate" da réclame: l'esercito dei "visitatori" a pedali - guidato dal presidente di Tapirulan Fabio "French" Toninelli in sella ad un velocipede vertiginoso - ha indossato pettorine gialle personalizzate con disegni realizzati dallo stesso Caccia, autore dal tratto precisissimo ad essenziale, nato a Desio nel 1970, che ha iniziato a dipingere alla fine degli Anni '90 dopo gli studi all’Accademia di Brera.

"Da bambino non ero bravo a disegnare... Qualcuno penserà giustamente: non lo sei ancora adesso - ha scherzato Caccia -. Mi sono ostinato: ho escluso la prospettiva e le ombre, ma tre righe e quattro colori sono riuscito a metterli insieme".

I manifesti rimarranno affissi fino al 24 ottobre, ma nella sede di Tapirulan è allestita una mostra dedicata a Caccia che proseguirà fino al 21 novembre. Il miglior modo per apprezzare "l'inusitata maestria di Massimo Caccia - scrivono i curatori della rassegna - e la sconcertante minuziosità del suo tratto a pennello". La visita alla galleria di Tapirulan offre anche l'occasione per acquistare lo splendido catalogo, che sfoggia in copertina l'illustrazione appositamente creata dall'autore per l'evento cremonese. Ma il viaggio alla ricerca delle opere che occhieggiano dagli spazi riservati ai cartelloni pubblicitari vale la pena di essere vissuto fino in fondo, non fosse altro che per ammirare la romantica imperfezione delle increspature della carta, lascito del gesto degli attacchini che sublima l'opera artistica in invenzione comunicativa. Per visualizzare tutte le tappe e costruire il proprio itinerario è disponibile l'app affiche.tapirulan.it

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400