Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

STEFANO BOLLANI MATTATORE

Su il sipario al Ponchielli: "Non ci ricordavamo più com'è un applauso"

Il pianista jazz in scena: i video dal backstage e le interviste nel foyer del direttore de La Provincia, Marco Bencivenga

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

07 Maggio 2021 - 21:26

CREMONA - Stefano Bollani ha battezzato la nuova vita del teatro Ponchielli: il concerto dell'incendiario pianista jazz è coinciso con la riapertura del teatro cittadino dopo la lunghissima chiusura forzata. Sul palco, insieme al geniale musicista milanese, c'era la United Soloists Orchestra diretta dal Maestro Shkaptsov. Che ha esordito con queste parole: "Non ci ricordavamo neppure più come fosse un applauso". Quindi, ha dedicato un omaggio a Chick Corea, il leggendario compositore e pianista scomparso lo scorso febbraio, con il quale Bollani ha collaborato ripetutamente.

Prima che l'estro del genio dei tasti bianchi e neri si scatenasse sul palcoscenico, il Ponchielli ha ripreso a vibrare di (quasi) normalità grazie al ritorno degli spettatori: tra il foyer, la platea e i palchi si è di nuovo respirata l'atmosfera dell'attesa. Più trepidante che mai. Il migliore bentornato è stato lo (scontato) sold out: i 450 posti a sedere consentiti dalle misure di distanziamento sono andati esauriti a tempo di record.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400