Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

L'ORDINANZA

Cremona, sulla mascherina obbligatoria è "scontro" generazionale

I giovani esprimono qualche perplessità, ma chi è avanti negli anni si dice a favore della misura anti-contagio

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

29 Novembre 2021 - 20:55

CREMONA - L’annuncio dell’imminente entrata in vigore dell’ordinanza sull’obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto nelle vie del centro di Cremona - e da venerdì anche a Crema - ha innescato un’immediata ondata di reazioni contrastanti. L’età sembra essere il fattore determinante nella polarizzazione delle opinioni. I più favorevoli sono i cittadini più avanti negli anni, come Mario Dilzeni, che commenta: «Ci sono troppi furbi che vanno in giro senza mascherina e rischiano di diffondere il virus. Io la mascherina la porto sempre».


Dall’altro lato ci sono le generazioni più giovani che, benché non in aperto disaccordo con la «stretta di Natale», hanno qualcosa da ridire sull’efficacia della nuova misura anti-Covid. Giacomo Borghesi, ad esempio, afferma: «Secondo me cambierà poco, se uno non vuole tenere la mascherina non ci sarà nessuno a controllarlo. A questo punto l’obbligo andrebbe esteso a qualsiasi posto in cui si creano assembramenti». Viaggia sulla stessa lunghezza d’onda il pensiero di Sofia Ruggeri: «L’uso dei dispositivi di protezione individuale all’aperto dovrebbe dipendere dalle situazioni. L’importante è che si applichino le disposizioni con coerenza». E Matteo Ghizzoni aggiunge: «Nel fine settimana indossare la mascherina è doveroso, ma non mi pare sensato imporne l’utilizzo in un normale pomeriggio infrasettimanale, quando le vie del centro sono semi-vuote».

VIDEO DI RICCARDO ROSSI

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400