Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

IL PROGETTO

I messaggi dei bimbi nella capsula del tempo: verrà aperta nel 2050

Gli studenti di prima, seconda, terza e quinta sono stati invitati a immaginare il futuro o descrivere il presente

Davide Bazzani

Email:

redazione@laprovinciacr.it

13 Giugno 2021 - 07:00

SAN GIOVANNI IN CROCE - Quando il personaggio di Miccia Cadmio, alias Rebecca Boturri, assistente del professor Promezio Berkelio (l’attore Alberto Branca), per mezzo di un video ha proposto ai bambini della scuola primaria di realizzare una capsula del tempo in cui immagazzinare disegni e pensieri, la risposta è stata entusiastica. Ieri pomeriggio l’attività si è conclusa in piazza Dante Alighieri, con l’interramento della capsula nei nuovi giardini pubblici. Solo nel 2050 il contenitore metallico potrà essere aperto. E chissà che cosa penserà, tra 29 anni, chi leggerà quei messaggi provenienti dal 2021.


L’idea è stata promossa dal Comune di San Giovanni in Croce e, come ha spiegato al termine il sindaco Pierguido Asinari, l’ideatrice è stata Laura Nardi, affiancata dallo staff dell’Ufficio cultura. Il progetto è stato subito adottato dall’Istituto comprensivo Dedalo 2000 di Gussola, di cui la scuola elementare di San Giovanni in Croce fa parte. I bambini di prima, seconda, terza e quinta sono stati invitati a raccontare il loro immaginario rispetto al futuro o a descrivere degli spaccati della loro quotidianità. Chissà: andremo a pranzo sulla Luna? Il nostro migliore amico sarà un robot? Gli alunni si sono sbizzarriti. C’è chi ha disegnato una famiglia in casa chiedendosi: «Avrò davvero dei figli?». C’è chi ha lanciato un auspicio: «Vorrei che la nostra Terra fosse sana e felice sempre». E c’è stato chi ha descritto, con un’ immagine, una condizione che ci ha accomunati tutti: «Io rinchiusa dentro casa perché c’è il Covid». Solo ieri il professor Berkelio, sulle note dei film di 007, è uscito dal suo laboratorio per mostrare a tutti la capsula, inserirvi il pacco di disegni ed elaborati dei bambini, sigillarla e interrarla negli stessi giardini, che sono in corso di riqualificazione per celebrare i 700 anni di Dante Alighieri. Gli stessi alunni hanno seguito tutte le fasi dei lavori.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400