il network

Sabato 23 Gennaio 2021

Altre notizie da questa sezione


CREMONA . «PRIORITA' ALLA SCUOLA»

VIDEO Studenti in piazza: vogliamo tornare in classe

Anche il sindaco Gianluca Galimberti tra i dimostranti per dare risposte alle tante domande

CREMONA (8 gennaio 2021) – Come in tutta la penisola, anche a Cremona intorno alle 17 come da programma docenti, studenti e genitori hanno voluto esternare il proprio senso di frustrazione di fronte alle scelte dei vertici politico-istituzionali che ai loro occhi sembrano non considerare la scuola – e l'istruzione dei ragazzi - come una delle priorità. Il nodo è lo stop alla didattica in presenza alle superiori, con gli studenti e i professori che ormai da fine ottobre si sono dovuti adattare alla didattica a distanza.

Oltre un centinaio di persone hanno affollato piazza del Comune seguendo il moto di protesta nazionale lanciato dal comitato apolitico “Priorità alla scuola”. Diversi i cartelli e gli striscioni in mano a ragazzi e adulti per ribadire il proprio malcontento. “La scuola si cura non si chiude”, “In presenza, in continuità, in sicurezza #priorità alla scuola”, “Trasformare i sudditi in cittadini è miracolo che solo la scuola può compiere”, “Più mezzi di trasporto”: sono tra i tanti messaggi arrivati da una piazza composta, che però si è fatta sentire. E la manifestazione si è trasformata in un interessante confronto quando intorno alle 17,30 il sindaco Gianluca Galimberti è sceso tra i dimostranti per non sottrarsi alle proprie responsabilità di primo cittadino. Attorniato da un crocchio di gente, Galimberti ha provato per quasi un'ora a dare risposte alle domande e ai timori di professori, studenti e genitori che sembrano non comprendere più questo stallo sulle scuole superiori. I ragazzi dai 14 ai 19 anni si sentono sempre più disorientati e abbandonati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

08 Gennaio 2021

Commenti all'articolo

  • renzo

    2021/01/09 - 07:35

    Cari i miei ragazzi, la scuola paga per comportamenti di buona parte di voi nel pre e post scuola. Sappiamo tutti che nella scuola siete come in una bolla, ma basta vedere buona parte di voi al di fuori della stessa: assembramenti, mascherine abbassate o non calzate, e guai a riprendervi.... ne so qualcosa io direttamente.

    Rispondi