il network

Venerdì 07 Agosto 2020

Altre notizie da questa sezione


CREMONA

VIDEO Il viaggio dell'acqua del rubinetto: emoziona il nuovo spot di Padania Acque

Il bambino che ha bevuto da una fonte in montagna 62 anni fa oggi è nonno e racconta l'incredibile storia alla nipotina che si disseta con l’acqua pura e fresca dalla sua borraccia Goccia

CREMONA (27 luglio 2020) - Un viaggio iniziato oltre sessant’anni fa, dalle alte vette innevate delle nostre Alpi fino alla nostra terra, la Pianura Padana. L’acqua del rubinetto conserva la memoria e la ricchezza di un lungo percorso durante il quale si è impreziosita di sali minerali prima di essere potabilizzata e distribuita nelle case dei cittadini della provincia di Cremona. Un cammino silenzioso e sconosciuto, da raccontare e da vivere. È la storia dell’acqua del rubinetto - che beviamo e utilizziamo tutti i giorni - vissuta in prima persona da Vittorio, un bambino che 62 anni fa, riempiendo per la prima volta la sua borraccia rossa da una fonte di montagna, scopre di dissetarsi con «l’acqua più buona che abbia mai bevuto».

Con il passare degli anni, la passione per l’acqua di rete si trasforma nella professione di Vittorio, che diventa responsabile del laboratorio analisi di una azienda di gestione del Servizio Idrico Integrato: Padania Acque. L’acqua assaggiata quella mattina del 1958 ora sgorga da una fontanella pubblica e nonno Vittorio decide di raccontare alla nipotina Francesca, che si disseta con l’acqua pura e fresca dalla sua borraccia “Goccia”, questa incredibile storia.

Una storia raccontata in questo spot che emoziona. «L’acqua del rubinetto della provincia di Cremona – spiega il presidente Claudio Bodini - un tempo era ghiaccio o neve caduta in alta quota sulle Alpi. Un’acqua che lentamente, goccia dopo goccia, arriva a noi, nella profondità della falda sotterranea, protetta e raccolta dai pozzi situati un centinaio di metri sotto i nostri piedi, per poi essere trattata dagli impianti di potabilizzazione che la migliorano e la preparano per la distribuzione negli acquedotti. Il viaggio dell’acqua di rete non riguarda soltanto le aziende dell’idrico, ma tutti i cittadini, coloro che la bevono e usano ogni giorno grazie al lavoro di donne e uomini che lavorano per garantire un servizio pubblico essenziale per la collettività. Con questo video desideriamo raccontare ciò che forse molte persone non conoscono: l’origine dell’acqua che sgorga dai rubinetti».

27 Luglio 2020