il network

Mercoledì 28 Ottobre 2020

Altre notizie da questa sezione

Blog


EMERGENZA SANITARIA

VIDEO Progetto 'Mani pulite e il Coronavirus' della scuola Frank di Cremona

CREMONA (5 maggio 2020) - Si chiama 'Mani pulite e il Coronavirus' il progetto ideato dalla scuola Anna Frank di Cremona e di seguito illustrato dal referente del progetto prof. Francesco Custode.

"Cremona è purtroppo tra le città più colpite dal Coronavirus, con tantissimi contagi e numerose vittime.
A ottobre 2019, all’inizio dell’anno scolastico, in un momento di “normalità” pensai ad un progetto di educazione alla salute per sensibilizzare gli studenti all’igiene personale. Proposto alla Dirigente Scolastica Barbara Azzali e ai Consigli delle Classi Prime il Progetto sull'igiene delle mani fu intitolato "Mani pulite". Il progetto fu subito supportato dal CIO (Comitato Igienico Ospedaliero) dell'Ospedale di Cremona che da anni si propone di diffondere la cultura dell’igiene delle mani, come strumento al contrasto di malattie infettive e, ben felice di avere un contatto con i giovani in età scolare, il giorno 18 dicembre, il Dott. Angelo Pan, Primario di malattie infettive dell’ospedale di Cremona e la sua equipe tennero una lezione a scuola sul tema.
Quel giorno il Dott. Pan e i suoi assistenti più che una lezione ci proposero un vero e proprio laboratorio consentendo a tutti noi di verificare con “mano” quanto sia necessaria la corretta igiene delle mani; con l’ausilio di una strumentazione sofisticata (uno scanner nel quale i ragazzi inserivano le mani, capace di evidenziare con un colore blue le parti sporche, e vetrini di laboratorio per fare analisi su eventuali germi rilevati) hanno dimostrato ai ragazzi che se le mani non vengono lavate seguendo una determinata procedura, i germi persistono e possono diventare strumento di diffusione di malattie infettive.
Il dott. Pan, in quell’occasione, mi chiese di coinvolgere i ragazzi per la realizzazione di uno spot video da proporre al Ministero della Salute da divulgare a livello nazionale (credo un’idea lungimirante visto quanto è poi accaduto). Da subito gli allievi si mostrarono coinvolti e interessati, dal giorno dopo starnutivano nella piega del gomito e nei bagni avevano apposto cartelli che indicavano come manipolare le mani per una corretta igiene. Ci eravamo lasciati con il Dott. Pan con l’obiettivo di presentare i lavori, prodotti in classe con i ragazzi, il giorno 5 maggio 2020, nell’Auditorium dell’Ospedale di Cremona in occasione della Giornata Mondiale per l’igiene delle mani promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità – OMS.
Ma è arrivato il Coronavirus e tutto è cambiato, le nostre vite, la scuola, il mondo ha dovuto affrontare un’emergenza sanitaria mai vissuta prima.
Dalle vacanze di Carnevale non si è più tornati a scuola. Ma la scuola si è impegnata a mantenere vivo il contatto con i ragazzi, i genitori e a proseguire con strumenti nuovi, la DaD, le attività scolastiche. La scuola non si è mai fermata: gli alunni delle classi prime, durante questo periodo di sospensione scolastica in presenza, sono stati guidati e sollecitati a continuare il progetto “Mani pulite” per produrre un elaborato che, ripercorrendo anche la prima fase di incontri tenuti a scuola con il Dott. Pan e la sua equipe, “raccontasse” l'importanza dell'igiene delle mani anche alla luce del contagio coronavirus.
Guidati da me, prof. Francesco Custode docente di Tecnologia, dalle prof.sse Francesca Bighe' di Arte e Immagine dalla Prof. Silvia Scotti di Tecnologia, gli allievi hanno prodotto per lo più un elaborato grafico (ci hanno inviato circa 140 disegni), tre videoclip, una bambina una canzone. Gli elaborati sono anche il racconto di questo surreale momento, espressione di sentimenti spontanei e intimi di ragazzi che improvvisamente si sono trovati lontani dai loro compagni, isolati in casa con i ritmi di vita abituali completamente saltati, che hanno subito purtroppo in alcuni casi anche la perdita di un nonno o di un familiare ammalato. Tutto questo mi ha spinto a raccogliere il pensiero che molti allievi hanno espresso nei loro elaborati e ho pensato ad un prodotto da inviare ai medici e a tutti i sanitari come un messaggio di gratitudine per quanto hanno fatto e stanno facendo per la Città in questo difficile momento.
Ho raccolto i loro lavori in un book di disegni e ho montato un video e visto che il 5 maggio, a conclusione del progetto, avremmo dovuto fare una mostra in ospedale, ho tenuto conto simbolicamente di questo appuntamento per tenere vivo l'interesse e la partecipazione dei nostri ragazzi per dire che, nonostante tutto, “NON CI SIAMO FERMATI”.
La Dirigente Scolastica Dott.ssa Barbara Azzali ha trasmesso il Video con i lavori degli alunni al dott. Angelo Pan, Dirigente di malattia infettive, impegnato in prima linea in questa emergenza in ospedale, ringraziando tutti i medici, infermieri e tutti i sanitari per quanto hanno fatto e stanno facendo per la Città e anche per mostrare che il loro lavoro è stato ampiamente recepito e rielaborato dai ragazzi. Il progetto è stato inviato anche alla rubrica #lascuolanonsiferma, del MIUR".

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

05 Maggio 2020