il network

Domenica 18 Agosto 2019

Altre notizie da questa sezione

Blog


CREMONA

VIDEO Cecilia Scerbanenco alla rassegna Giallo a Palazzo

CREMONA (21 maggio 2019) - «È dalle omissioni, dal continuo susseguirsi di piccoli accadimenti che nascono i delitti». Cecilia Scerbanenco –  figlia del grande inventore del noir alla milanese (o forse sarebbe meglio dire all’italiana) Giorgio Scerbanenco – sintetizza così una delle più preziose lezioni apprese dal padre. Invitata lunedì sera da Confcommercio a chiudere la rassegna “Giallo a Palazzo”, Cecilia - che oggi si occupa di editoria e letteratura - ha risposto alle domande di Paolo Gualandris e Paolo Regina di fronte a un pubblico come sempre numeroso. L’occasione è stata regalata dalla ripubblicazione di Luna di Miele, tormentato romanzo datato 1945 che il giornalista-scrittore della Quadrilogia di Duca Lamberti pubblicò scatenando polemiche e dando scandalo per i costumi del primo dopoguerra.

21 Maggio 2019