Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

Museo del Violino - Mercoledì 27 aprile

Cremona. Concerto di violini con Paolo Ghidoni e Giacomo Invernizzi

Gigi Romani

Email:

lromani@laprovinciadicremona.it

26 Aprile 2016 - 14:57

Cremona. Concerto di violini con Paolo Ghidoni e Giacomo Invernizzi

Informazioni:

info@museodelviolino.org 

www.museodelviolino.org 

tel 0372/080809

Mercoledì 27 aprile, alle ore 17, al Padiglione Amati del Museo del Violino, secondo appuntamento della rassegna Incontri musicali alla mostra di Gabriella Benedini “Concerto per Sofonisba” a cura di Spazionovecento, Associazione “Gruppo Musica Insieme di Cremona”. Protagonisti del concerto da camera sono i violinisti Paolo Ghidoni e Giacomo Invernizi che eseguiranno brani di J. S. Bach, Georg Philip Telemann, Charles-Auguste de Bériot e Sergej S. Prokof'ev. Le sculture dall’artista cremonese sollecitano una riflessione sul tema dello strumento musicale e della liuteria, intesa in senso tradizionale o nella più ampia accezione di invenzione di nuovi strumenti, reali o immaginari. E' così che ha preso forma questa rassegna musicale, legata alla mostra di Gabriella Benedini, con il patrocinio e il contributo del Comune di Cremona nell'ambito del progetto “Cultura Partecipata” e con il contributo della Fondazione “Walter Stauffer”. Il prossimo concerto si terrà venerdì 6 maggio, sempre alle ore 17 , con il percussionista Simone Benevenuti.

 

Programma

Johann Sebastian Bach (1685-1750)

 

Fuga in sol minore BWV 578

 

Georg Philipp Telemann (1681-1767)

Sonata in Sol maggiore TWV 40:111

Dolce

Scherzando

Largo e misurato

Vivace e staccato

 

Charles-Auguste de Bériot (1802-1870)

Duetto concertante in sol minore

op. 57 n.1

Moderato

Adagio moderato

Rondò. Allegro con spirito

 

Sergej S. Prokof’ev (1891-1953)

Sonata per due violini op. 56 (1932)

Andante cantabile

Allegro

Commodo (quasi allegretto)

Allegro con brio

 

 

Paolo Ghidoni

Nato a Mantova nel 1964, si diploma a 17 anni con il massimo dei voti presso il Conservatorio della sua città sotto la guida di Ferruccio Sangiorgi. Si è perfezionato in violino presso l’Accademia Chigiana con Franco Gulli, ottenendo più volte il diploma di merito, e in musica da camera con il Trio di Trieste. Ha inoltre studiato con Franco Claudio Ferrari a Mantova, con Salvatore Accardo a Cremona, con Corrado Romano presso il Conservatorio di Ginevra e con Ivry Gitlis all’Accademia di Sion (Svizzera). Vince numerosi premi, tra cui il premio “Vittorio Gui” (Firenze) con il Trio Matisse, i concorsi per violino e musica da camera di Stresa e di Cesena, il secondo premio al concorso internazionale “Michelangelo Abbado” a Sondrio, il premio “Casella” (Roma) e il secondo premio al concorso “Brahms” a Postfäch (Austria). Nel 1998, su indicazione del compositore György Kurtag, viene chiamato a ricoprire il ruolo di primo violino nel Quartetto Orlando di Amsterdam. È stato per quindici anni primo violino solista e concertatore dei Virtuosi Italiani, ha collaborato con artisti quali Dino Asciolla, Mario Brunello, Enrico Dindo, Giuliano Carmignola, Franco Maggio Ormezowski, Bruno Canino, Franco Petracchi, Hermann Baumann, Ifor James, Danilo Rossi. Ha inciso per Bongiovanni, Ermitage e per la rivista Amadeus. Suona un violino costruito da Luigi Lanaro (1991), uno costruito da Stefano Trabucchi (2006) e un violino con etichetta “Santa Giuliana”. È titolare della cattedra di musica da camera presso il Conservatorio di Musica di Mantova.

 

Giacomo Invernizzi

Nato a Cremona nel 1968, si diploma in Violino presso il Conservatorio di Musica di Parma nel 1989. Successivamente si perfeziona con Pavel Vernikov ai corsi di Portogruaro (Venezia). Quale vincitore di concorso ha fatto parte dell’Orchestra Sinfonica dell’Emilia Romagna “A.Toscanini”, dell’Orchestra dei Pomeriggi musicali di Milano e dell’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma. Nel 2006 viene assunto di ruolo come docente di Violino presso i Conservatori di musica, in seguito alla vincita del concorso ministeriale nazionale. Attualmente insegna presso il Conservatorio “L. Campiani” di Mantova. Recentemente è stato invitato a collaborare con l’Orchestra Sinfonica Nazionale di S. Cecilia di Roma in produzioni dirette dai maestri Pappano, Dudamel, Brunello, De Burgos. Collabora inoltre con l’Orchestra Nazionale della Rai di Torino, l’Orchestra Sinfonica “F. J. Haydn” di Bolzano e Trento, l’Orchestra Sinfonica dei Pomeriggi Musicali di Milano e dal 1990 con l’ Orchestra da Camera di Mantova. È membro del Quartetto d’archi “Arrigo Boito”. Suona un violino G. Guicciardi del 1988 e un Elisabetta Giordano del 2011.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Prossimi Eventi

Mediagallery