Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

Cremona

La Sosta

Il ristorante di Cremona garantisce qualità e rispetto della tradizione

Gigi Romani

Email:

lromani@laprovinciadicremona.it

22 Gennaio 2014 - 13:10

Claudio Nevi e la moglie Maria Laura Bergantino

Claudio Nevi e la moglie Maria Laura Bergantino

La Sosta è garanzia di qualità, classe e cortesia. Chi conosce il bel locale che si affaccia su via Sicardo a Cremona, a due passi dai Duomo, dal Torrazzo e da una delle piazze più belle d’Italia sa che il gradimento è assicurato. Il menu non riserva grosse sorprese, questo è vero. Considerate la competenza e la professionalità di Claudio Nevi, il patron che in venticinque anni ha trasformato quella che un tempo era un’osteria in uno dei più apprezzati ristoranti di Cremona, ci si potrebbe aspettare un avvicendamento maggiore tra i piatti. D’altronde si sa, è difficile sostituire ricette collaudate che continuano a incontrare il favore della clientela con nuove proposte. In attesa delle novità sapientemente centellinate, godiamoci una carta che offre i piatti cardine della tradizione cremonese e piacevoli incursioni nella cucina di mare. A proposito di pesce, i tagliolini ai frutti di mare sono pregevoli: dal gusto delicato ed equilibrato, rappresentano la naturale prosecuzione di un pranzo o di una cena aperti con un’insalata di polipo tiepida, degno preludio di una superba orata in crosta di patate al forno. Un contorno di verdure fresche o cotte al vapore e la sbrisolosa della casa sono l’ideale completamento. La cucina di mare è ottima ma la Sosta si caratterizza soprattutto per il rispetto della tradizione e per l’ottima interpretazione dei piatti tipicamente cremonesi, dai marubini ai tre brodi preparati con carni di manzo, vitello e maiale, ai bolliti, al cotechino con polenta, alle animelle, ai fragranti salumi accompagnati dai leggeri vini del Piacentino o del Mantovano o dalle grandi bottiglie che riposano nell’accogliente cantina dove si può cenare in estate al riparo dalla calura e senza ricorrere all’aria condizionata. Il menu è prevalentemente di terra e anche le proposte di pesce tengono conto del radicamento col territorio. Apprezzate il merluzzo in umido alla cremonese con polenta o il luccio in salsa. Se invece preferite la carne, godete le lumache in umido, il paté di anatra grassa, i risotti, le paste fresche e gli impareggiabili gnocchi Vecchia Cremona, specialità della casa, preparati secondo una ricetta del ’600. Tra i classici della Sosta, ricordiamo i tortelli verdi di anitra al sugo d’arrosto e secondi come la costoletta d’agnello al forno in pane di erbe aromatiche e il coniglio disossato in umido con olive taggiasche con polenta. La scelta dei dolci è tale da accontentare ogni palato. Ampia la carta dei vini: le etichette abbracciano l’intera Penisola. Il locale, arredato con sobria eleganza, è adatto agli incontri di lavoro, alle cene romantiche e alle conviviali. Il servizio è inappuntabile. Sovrano incontrastato in sala e in cucina è Claudio Nevi, affiancato dalla moglie Maria Laura, sempre affabile e sorridente.
Vittoriano Zanolli
(Provato il 10 gennaio 2014)

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Prossimi Eventi

Mediagallery

Prossimi EventiScopri tutti gli eventi