Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

Colorno (Pr)

Una full immersion di 24 ore nel folk

Folkolorno sabato 20 luglio

Email:

webmaster@laprovinciacr.it

20 Luglio 2013 - 12:30

Una full immersion di 24 ore nel folk
Folkolorno, alla sua prima edizione, nasce dal desiderio di far riscoprire in chiave moderna la tradizione musicale italiana ed estera, spesso considerata erroneamente di nicchia. Folkolorno offrirà la possibilità di assaggiare la cultura folk a 360°, con proposte di ogni genere: dalla musica al gioco, dall’artigianato alla gastronomia, con oltre 30 espositori. Un evento pensato anche per le famiglie, con laboratori e spettacoli per bambini. Il programma musicale prevede l’esibizione di gruppi folkloristici provenienti da diverse regioni d’Italia: dal jazz manouche, alla musica folk ebraica, passando per i classici regionali più conosciuti. Il paese, le associazioni e gli artigiani del territorio contribuiranno a riportare Colorno alle atmosfere di un tempo, accogliendo i visitatori con le tradizioni e le arti del luogo, con la compagnia di gruppi itineranti che si muoveranno fra le vie, bancarelle tradizionali e prodotti mai visti, una scuola di musica per corsi per adulti e per bambini, un laboratorio di manualità per bambini, birre artigianali fatte secondo le tradizioni. Folkolorno è organizzato in modo che ogni visitatore possa assistere a tutto ciò che c’è da vedere, pur muovendosi liberamente. Sono previsti infatti diversi punti di ristoro, in luoghi diversi, dedicati a una portata sola. Sarà un’esperienza totalmente itinerante, in pieno spirito folk, così da poter ascoltare tutte le band che si esibiranno.

KALEVALA I Kalevala saccheggiano impunemente da tradizioni musicali diverse, dalla Celtic Music al Metal, dal Rock anni ‘70 agli Chansonnier francesi. Il risultato è un sound nervoso, grezzo e al contempo evocativo, un rock potente e immaginifico, ricco di suggestioni letterarie e cinematografiche. I Kalevala sono come il Nautilus in musica, spinto da una caldaia a vapore di inizio ‘900. Attivi dal’98, hanno calcato sempre più spesso i palchi di locali rock, feste della birra, festival celtici, castelli, teatri e pub dividendo la scena con Clive Bunker (Jethro Tull) Skyclad, Arz Nevez, Folkstone, Clan Wallace, Cruachan, Korpiklaani e tanti altri. Immagine THE HOT POTS Il trio nasce da una metamorfosi ancora in corso. In bilico tra Manouche e la spontanea direzione che inboccano le nostre dita ogni qualvolta imbracceremo i nostri strumenti, è una continua ricerca di una sorpresa. Nella prima fase della metamorfosi sperimentano e si distillano note, fra armonie, ritmi ricreati, e plasmano nuova materia su cui improvvisare in un calderone di blues prima maniera, il jazz, e musica colta, a ritmo di gipsy Jazz.
LES NUAGES ENSEMBLE Quattro ragazze che suonano klezmer. Tutte diplomate in Conservatorio e con una solida formazione classica si divertono a raccontare in musica lo straordinario patrimonio culturale delle popolazioni ebraiche erranti nei secoli attraverso le terre del Centro e dell’Est Europa. Ad oggi Les Nuages Ensemble sono state applaudite nei più diversi contesti (Festival di musica etnica, Festival di musica classica, spettacoli ed happening teatrali, reading, lezioni-concerto, busker festival, feste di matrimonio e bar mizvah, vernissage), trovando puntuali apprezzamenti per la loro musica, per la loro immagine e per la straordinaria capacità comunicativa.
 CHARLOT TRIO I Charlot Trio, nascono con un fischietto con una filosofia nel lontano 19... o forse nel 20..... nella mente del cantante clown Christian G. per dare una nuova Playlist a quella musica che già suonava con Carlo Ormea Polistrumentista talentuoso della riviera ligure che per hobby vende giornali a nani e donne barbute, così comincia tra un crampo e una capriola, l'avventura dei Charlot, incontrato il percussionista ispanico-calabrese Lois Fasano, che suona il Cajon Gitano e il tamburello, nascono così i Charlot un gruppo don Chisciotte, senza Sancho Panza, ma con un bel po' di De André e dei grandi cantautori. un gruppo con i Baffi e con il cravattino.
 B.FOLK Un gruppo di amici condivideva già dall'inizio degli anni '90 del secolo scorso l'interesse e il desiderio di rianimare lo spirito racchiuso nelle canzoni e nei brani da ballo di un genere musicale che è alla radice di gran parte della musica contemporanea occidentale e che è strettamente imparentato con la musica tradizionale di casa nostra, di noi che siamo nati e che abitiamo tutt'ora a Bologna. Negli anni si sono avvicendati alcuni cambiamenti nella composizione del gruppo, alcuni sono usciti, altri sono entrati, ma dal 1994 la formazione base rimane inalterata e lo spettacolo che propone si è stabilizzato su una proposta molto gioiosa e veloce che grazie alla partecipazione dell'animatore delle danze coinvolge immancabilmente il pubblico in giochi e balli di gruppo molto divertenti e dinamici.
 LA COMPAGNIA DEL LORNO La Compagnia del Lorno è sorta nel Dicembre 1999 per iniziativa di Lino Mognaschi e Filippo Allodi. L'intento principale dell'associazione è quello di promuovere l'amore per la musica, la conoscenza degli strumenti musicali e lo sviluppo delle abilità musicali. All'intero dell' Associazione alcuni musicisti appassionati, fra i quali Roberto Mazzi e Josette Carenza, hanno formato un gruppo strumentale specializzato nel repertorio popolare. L'Associazione volge anche il proprio interesse verso la musica rinascimentale o del periodo successivo avvalendosi della collaborazione di Andrea Chezzi .
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Prossimi Eventi

Mediagallery

Prossimi EventiScopri tutti gli eventi