Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

''Teatri di Pianura'', la stagione 2014/2015 a Soncino, Ostiano, Romanengo e Calcio Dal 6 novembre al 15 gennaio

Gigi Romani

Email:

lromani@laprovinciadicremona.it

30 Ottobre 2014 - 18:24

''Teatri di Pianura'', la stagione 2014/2015 a Soncino, Ostiano, Romanengo e Calcio Dal 6 novembre al 15 gennaio

Calcio (BG)- CineTeatro Astra
Romanengo (Cr) – Teatro G. Galilei
Ostiano (Cr) – Teatro Gonzaga
Orzinuovi (Bs) – Pinacoteca Civica (la Rocca)
Soncino (Cr) – Ex Filanda, Sala Ciminiere

«‘Chinati giunco che passa la tempesta’: con il tono della preveggenza rileggo il post di solidarietà inviatoci da un amico durante la burrasca estiva legata alla decisione dell’amministrazione di Romanengo di non avvalersi più della collaborazione di Piccolo Parallelo. E la tempesta in realtà passò — dice Gian Marco Zappalaglio —. Ed è grazie anche alle centinaia di messaggi di solidarietà che siamo qui a presentare questa prossima stagione».

«Con una sorta di preveggenza, sei anni fa, presentando Teatri di Pianura, scrivevamo che questa nuova impresa nasceva: con la consapevolezza di incarnare un pensiero e una pratica fondamentale per il futuro di un territorio. Così è stato e una testimonianza è la sesta edizione di Teatri di Pianura che individua in Calcio in provincia di Bergamo il Comune capofila a cui si uniscono Ostiano, Soncino e l’Unione dei Comuni Lombarda dei Fontanili, in provincia di Cremona, Rudiano e Orzinuovi in provincia di Brescia». Il cartellone itinerante di Teatri di Pianura risponde al format di una stagione diffusa fra le province di Cremona, Bergamo e Brescia finalizzata a mantenere la proposta teatrale sul territorio, senza gravare su un solo Comune che al tempo fu quello di Romanengo. Dopo che si è conclusa la storia di oltre venticinque anni che legava Piccolo parallelo al Comune di Romanengo e alla gestione del teatro Galilei, la coppia Cecchi-Zappalaglio non si è persa d’animo e forte delle relazioni territoriali che ha saputo costruire nell’arco degli anni e consapevole che i territori di confine fra Cremona, Brescia e Bergamo siano fertili scenari per lo spettacolo dal vivo ha spostato la centratura dei suoi Teatri di Pianura, in nome di una cultura del teatro che sa offrirsi non come consumo, ma come azione per fare comunità, costruire condivisione di spirito e corpo.

La stagione sarà presentata il 14 novembre al teatro Astra di Calcio in una serata dedicata al ricordo di Alda Merini e con la presentazione del libro di Alex Corlazzoli, Gita in Pianura. Teatri di Pianura 6 propone una serie di appuntamenti serali con artisti che sono cari all’estetica e programmazione artistica di Piccolo Parallelo, oltre che a spettacoli pensati per i più piccoli, nella tradizionale rassegna E Domenica... teatro. La compagnia di Enzo Cecchi e Gian Marco Zappalaglio sarà protagonista con Caravaggio... i furori, Geriundia Felix, Non è stato il freddo la cosa peggiore..., lettura scenica per la Giornata della Memoria e La passione secondo Giovanni: negli ultimi due spettacoli Zappalaglio reciterà al fianco del violoncellista Marco Ravasio. Fra gli artisti di casa a Piccolo Parallelo non si possono non citare: Roberta Biagiarelli, Antonella Questa, I sacchi di sabbia, Michele Cafaggi e Ditta Giocofiaba. E per quanto riguarda i comuni cremonesi spiega Zappalaglio: «Su richiesta dell’Unione dei Comuni Lombarda dei Fontanili nell’ambito del progetto Intrecci presenteremo a Romanengo tre serate: Antonella Questa con lo spettacolo Vecchia sarai tu, ironico e graffiante quadro sulla terza età; per la Giornata della Memoria con il concerto/spettacolo, Non è stato il freddo la cosa peggiore e con la lettura/concerto La Passione secondo Giovanni. Grazie al contributo del Parco Oglio Sud il teatro Gonzaga di Ostiano ospiterà il nostro Caravaggio e a vent’anni dalla strage lo storico A come Srebreniza di Roberta Biagiarelli, fra i massimi esempi di ‘teatro civile’ e primo spettacolo di una sua ‘personale’ che continuerà durante l’estate. L’affascinante spazio dell’Ex Filanda di Soncino accoglierà un intero pomeriggio domenicale con Federico Benuzzi e il suo magico/scientifico I giocolieri della scienza».

Nicola Arrigoni

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Prossimi Eventi

Mediagallery

VideoGallery