Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

Presso il Centro sportivo S. Zeno

Cremona. Nei giorni 11, 18 e 25 novembre il Coni organizza il corso: ''Conoscere e riconoscere il disagio giovanile''

Il ruolo della pratica sportiva e strategie di intervento

Gigi Romani

Email:

lromani@laprovinciadicremona.it

11 Ottobre 2013 - 17:56

Cremona. Nei giorni 11, 18 e 25 novembre il Coni organizza il corso: ''Conoscere e riconoscere il disagio giovanile''

Le Società Sportive, nella loro opera di avviamento e diffusione della pratica sportiva, ormai
hanno assunto, a tutti gli effetti, il ruolo di Agenzia Educativa. Chi opera ai diversi livelli presso le Società deve
garantire, al fine di rispondere nel migliore dei modi al proprio compito formativo, massima professionalità e
competenza didattico - pedagogica.
Il disagio giovanile, nelle sue diverse forme e nelle diverse età, spesso si manifesta con comportamenti - segnali che,
se identificati, permettono l’ipotesi di strategie di intervento anche in collaborazione con la famiglia e con le altre
Agenzie Educative.
In questo contesto è importante identificare anche il ruolo della pratica sportiva, quale possibile e potenziale risorsa
per ipotizzare possibili iniziative di contrasto alle difficoltà, ma anche quale causa o evento scatenante.
La Delegazione del CONI di Cremona, in collaborazione con la Scuola Regionale dello Sport del Coni Lombardia e la
Regione Lombardia Settore Sport in sinergia con il Panathlon Club di Cremona e con i Club di Servizio di Cremona
(Inner Wheel, Lions Clubs, Kiwanis Clubs, Rotary Clubs, Round Table, Soroptimistt, Zonta, Tiaso, Trait d’Union), nella
consapevolezza di rispondere a un bisogno del territorio, organizzano il corso di informazione - formazione
“CONOSCERE E RICONOSCERE COMPORTAMENTI SEGNALE DI DISAGIO GIOVANILE” IL RUOLO DELLA PRATICA
SPORTIVA E STRATEGIE DI INTERVENTO.
L'obiettivo primario di questo corso è pertanto quello di fornire a chi opera presso le Società Sportive le indicazioni
base per poter essere riferimento positivo nella possibile identificazione di comportamenti che possano essere
segnale di un disagio giovanile, premessa potenziale di successivi comportamenti a rischio.
Le Società Sportive, nella loro opera di avviamento e diffusione della pratica sportiva, ormaihanno assunto, a tutti gli effetti, il ruolo di Agenzia Educativa. Chi opera ai diversi livelli presso le Società devegarantire, al fine di rispondere nel migliore dei modi al proprio compito formativo, massima professionalità ecompetenza didattico - pedagogica.Il disagio giovanile, nelle sue diverse forme e nelle diverse età, spesso si manifesta con comportamenti - segnali che,se identificati, permettono l’ipotesi di strategie di intervento anche in collaborazione con la famiglia e con le altreAgenzie Educative.In questo contesto è importante identificare anche il ruolo della pratica sportiva, quale possibile e potenziale risorsaper ipotizzare possibili iniziative di contrasto alle difficoltà, ma anche quale causa o evento scatenante.La Delegazione del CONI di Cremona, in collaborazione con la Scuola Regionale dello Sport del Coni Lombardia e laRegione Lombardia Settore Sport in sinergia con il Panathlon Club di Cremona e con i Club di Servizio di Cremona(Inner Wheel, Lions Clubs, Kiwanis Clubs, Rotary Clubs, Round Table, Soroptimistt, Zonta, Tiaso, Trait d’Union), nellaconsapevolezza di rispondere a un bisogno del territorio, organizzano il corso di informazione - formazione “CONOSCERE E RICONOSCERE COMPORTAMENTI SEGNALE DI DISAGIO GIOVANILE” IL RUOLO DELLA PRATICASPORTIVA E STRATEGIE DI INTERVENTO. L'obiettivo primario di questo corso è pertanto quello di fornire a chi opera presso le Società Sportive le indicazionibase per poter essere riferimento positivo nella possibile identificazione di comportamenti che possano esseresegnale di un disagio giovanile, premessa potenziale di successivi comportamenti a rischio.

Qui il programma e il modulo di iscrizione

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400