Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

IL DERBY AL PALARADI

Basket, serie B. Crema fa il colpo grosso e batte la Juvi Ferraroni

Dopo nove vittorie consecutive gli oroamaranto cadono nel finale, decisiva un tripla di Montanari della Green Up

Email:

redazione@laprovinciacr.it

21 Gennaio 2022 - 23:27

BASKET, SERIE B   Nel derby Crema fa il colpo grosso e batte la Juvi Ferraroni al PalaRadi

JUVI    55
CREMA 57
Juvi Ferraroni Cremona:Milovanovikj 10, Bona 6, Nasello 4, Tonello ne, Fumagalli 5, Vacchelli, Giulietti 3, Sipala 3, Preti 16, Gobbato 8. All. Crotti.

Green Up Crema:Del Sorbo 8, Seck 2, Russo ne, Konteh 2, Bianconi 3, Esposito 11, Sanchez, Venturoli, Montanari 20, Galvano, Ziviani 4, Cernivani 7. All. Ghizzinardi.

Arbitri:Marzo di Lecce e Manco di San Giorgio a Cremano (Na).
Parziali:12-11, 19-23, 37-33.
Note: fallo tecnico a Preti (33’), panchina Crema (35’).

CREMONA -  Con un parziale di 13-1 negli ultimi quattro minuti la Green Up Crema si prende il derby contro la Juvi Ferraroni, avanti 54-44 al 36’ e non capace di chiudere una partita che fino a quel momento sembrava poter avere in pugno. Decisivo nel finale Montanari, 20 punti e il tiro da tre del sorpasso definitivo sul punteggio di 55-57.
Per vedere il primo canestro dal campo occorre attendere (quasi) tre minuti. Posta in palio alta, fattore derby ed entrambe partono contratte. Giulietti si incolla (difensivamente) a Montanari, Cernivani è il più in palla (6-6), il primo sprint però arriva quando Crotti butta nella mischia Milovanovikj. Due canestri dell’ala macedone valgono l’11-6, Del Sorbo (tripla) impatta a quota 11 a 10 secondi dalla prima mini pausa. Seck non vede mai il canestro, ma condiziona gli attaccanti juvini in mezzo all’area. Eppure la Juvi tiene a rimbalzo (13 a 9 al 10’) con un grande sforzo anche degli esterni. L’equilibrio è totale, la Green Up dimostra di poterci stare dentro la partita con grande applicazione difensiva, buttandosi su ogni pallone. Giulietti segna l’unico canestro degli oroamaranto in un parziale ospite di 11-2 nel quale i punti arrivano da Ziviani (3) ed Esposito (5). Crema scappa (14-22, 17’), Gobbato (al rientro) dalla lunetta ne spezza l’inerzia e l’unica tripla juvina del primo tempo (1/11), segnata da Milovanovikj, lima il divario (19-23, 20’). Green Up avanti a metà nonostante tiri 9/31 dal campo con 11 palle perse. Dopo la pausa, Bona chiude un mini break di 5-0 con cui riporta i suoi avanti (24-23), dall’altra parte Montanari prende tutte (o quasi) le responsabilità offensive. I suoi otto punti (due triple) tengono in linea di galleggiamento una Green Up meno brillante minuto dopo minuto e che chiude il terzo quarto sotto di 4 (37-33) senza mai trovare il canestro per oltre tre giri di lancette. Nel momento più importante della gara, Preti, fino a quel momento 2 punti con 0/4 al tiro, pesca dal cilindro due tiri da tre con poco ritmo e tanto coraggio. Juvi a +10 (43-33) e con tanta benzina nel motore. Ed è ancora Preti show. Il lungo segna 14 punti consecutivi all’interno di quattro minuti di dominio assoluto su entrambi i lati del campo. Gobbato, tripla, scolpisce il +10 (54-44) a meno di quattro secondi dalla sirena.
Sembra finita, Montanari e Cernivani non sono dello stesso avviso e approfittano di un calo di concentrazione del proprio avversario per riportare Crema a meno uno (55-54) a 90 secondi dalla fine. Sipala commette fallo di sfondamento, Montanari da tre rimette avanti i suoi (55-57). Fumagalli prima e Del Sorbo dopo sprecano, il pallone decisivo va nelle mani di Bona, il giocatore più esperto che aveva risolto diverse partite per gli oroamaranto. Il suo tiro allo scadere, però, trova solo il ferro. Vince Crema che bissa il successo della gara di andata. La striscia vincente della Juvi si ferma a quota nove.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400