Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

VOTA LO SPORTIVO 2021

Sono Desalu, Rodini, Vacchelli e Cavalli i migliori dell’anno

La giuria tecnica e quella popolare hanno eletto i cremonesi che fanno sognare. Gli esperti scelgono gli ori olimpici

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

10 Gennaio 2022 - 05:00

Sono Desalu, Rodini, Vacchelli e Cavalli i migliori dell’anno

CREMONA - 7221 voti, oltre 20mila contatti in tre giorni. ‘Vota lo sportivo 2021’, il sondaggio lanciato dal quotidiano La Provincia per eleggere gli sportivi più amati in città, è stato un vero e proprio successo. Due le classifiche. Quella stilata da una giuria popolare, ovvero da tutti coloro che in questi pochi giorni hanno espresso la loro preferenza su una lista di 38 da votare direttamente dal sito www.laprovinciacr.it o inviando una mail a votalosportivo@laprovinciacr.it. E poi quella votata da una giuria tecnica formata da uomini di sport. Giornalisti, politici, dirigenti di Coni e associazioni sportive. Due giurie, per quattro nomi diversi. Quella popolare ha premiato fra gli uomini Elvis Vacchelli cestista e allenatore cremonese. Per lui una vera e propria pioggia di voti. Ben 2334 dei 7221 complessivi che sono arrivati al giornale. Nella stessa classifica, è arrivata prima tra le donne la ciclista Marta Cavalli con un bottino di 597 voti. Anche Marta tra l’altro come la Rodini, Desalu e Gentili, è reduce dalla spedizione olimpica di Tokio dove ha ottenuto un comunque ottimo ottavo posto. Cavalli è stata protagonista di una grande stagione, con piazzamenti di rilievo al Giro d’Italia (sesta e migliore delle italiane) e alla Vuelta (quarta). A cronometro poi, ha conquistato nella staffetta mista l’Oro agli Europei e il Bronzo ai Mondiali. Insomma i cremonesi l’hanno premiata giustamente dopo un’annata di grandi soddisfazioni.

Diverso invece il meccanismo che ha spinto la giuria tecnica. Seppur anche lì la Cavalli si sia classificata terza assoluta seconda solo ai due giganti sportivi Fausto Desalu e Valentina Rodini. E proprio le due medaglie d’oro olimpiche sono state scelte dai giurati tecnici come atleti simbolo dell’anno 2021, un anno che è stato sportivamente generosissimo con Cremona, così come per l’Italia intera. I tecnici si sono trovati d’accordo nel voler riconoscere a Desalu e Rodini, di aver compiuto due imprese straordinarie che li ha fatti entrare nella storia dello sport non solo di questa città, ma dell’Italia intera. A completare il podio della giuria popolare, Serafino Parmigiani, presidente del Basket Team 1995 Pizzighettone che si è classificato secondo con 1341 voti e il pugile cremonese campione italiano dei welter Nicholas Esposito, terzo. E se la giuria popolare ha scelto un podio tutto maschile, situazione ribaltata in quella tecnica, dove, al terzo posto, dopo la Rodini, si è classificata Marta Cavalli.

LA GIURIA TECNICA

Si è espressa più che con giudizio uniforme quasi con un plebiscito e ha stabilito così che gli sportivi cremonesi dell’anno 2021 sono Fausto Desalu e Valentina Rodini. Difficile in effetti non premiare un’impresa storica. Niente vale come una medaglia olimpica, soprattutto se è quella più preziosa e il tandem Desalu-Rodini, quest’estate ha fatto sognare la nostra città. tra la pista e le acque di Tokio. Solo l’assessore allo sport del Comune di Cremona Luca Zanacchi, fronte maschile, aveva optato per Elvis Vacchelli (vincitore tra l’altro della giuria popolare), ma perché «è praticamente un monumento vivente a Cremona, dopo essere stato un eccellenza come giocatore di basket sta già dimostrando di essere anche un ottimo allenatore con i ragazzini». Sul fronte femminile invece, l’unico voto mancante all’enplein Rodini è stato quello del presidente del Coni di Crema Fabiano Gerevini che aveva indicato Sveva Gerevini dell’Atletica oltre a Patrizia Spadaccini e Antonella Rutigliano del paraciclismo. Per il sindaco di Casalmaggiore Filippo Bongiovanni come non votare «Desalu, Rodini e Ferrari che hanno vinto una medaglia alle Olimpiadi primeggiando nel mondo». Sulla stessa linea d’onda il delegato provinciale del Coni Tiziano Zini: «Ritengo che la massima aspirazione per uno sportivo sia la partecipazione all’Olimpiade, la massima rassegna sportiva mondiale e che quindi nell'anno olimpico debbano essere segnalati gli atleti che vi hanno partecipato. Se poi come hanno fatto loro, vinci anche una medaglia... bé… Quindi i miei nomi sono Valentina Rodini e Fausto Desalu, ma anche Vanessa Ferrari, Marta Cavalli, Giacomo Gentili ed Efrem Morelli». Anche Maurizio Mondoni, presidente degli Atleti Azzurri d’Italia, ha puntato su Valentina Rodini perché «Non è mai successo a una “cremonese” di vincere un oro olimpico nel canottaggio, epica impresa!» e su Desalu «Il più bel “curvista” nero cremonese. Bravo!». Rodini e Desalu anche per Roberto Rigoli, presidente del Panathlon Club Cremona: «Lei numero uno assoluta». Quanto a Fausto «È entrato nella storia dell’Italia».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400