Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

BASKET SERIE B

Juvi pazzesca, battuta anche la ex capolista Mestre

Un grande Bona trascina gli oroamaranto al successo e a salire al secondo posto

Email:

redazione@laprovinciacr.it

08 Dicembre 2021 - 22:44

Juvi pazzesca, battuta anche la ex capolista Mestre

Ferdinando Nasello a canestro

JUVI       73
MESTRE  61
Juvi Ferraroni: De Martin ne, Milovanovikj 7, Bona 26, Nasello 17, Tonello ne, Fumagalli 3, Vacchelli, Giulietti 7, Sipala 3, Preti 5, Gobbato 5. All. Crotti.
Mestre:Petrucci 14, Dal Pos 2, Casagrande 9, Drigo ne, Bobbo 2, Ianuale 5, Pinton, Bortolin 11, Stepanovic 11, Bettiolo, Marini ne, Fazioli 7. All. Ferraboschi.
Arbitri:Foschini e Di Mauro.
Parziali:13-19, 33-26, 49-43.
Mvp: Bona.

i

CREMONA - Bona e la Juvi sgretolano possesso dopo possesso le certezze dell’ex capolista Mestre, sconfitta nettamente al PalaRadi e ora sorpassata da Civdale e raggiunta proprio dai cremonesi al secondo posto. Quello del play juvino è un clinic di pallacanestro: non sono tanto i punti o i rimbalzi (9), ma le letture, il momento in cui decide di segnare i canestri che spaccano la partita. Perché i punti dei grandi giocatori non si contano, si pesano. La Juvi chiude a doppia mandata l’area rischiando qualcosa sul perimetro e riesce a correre con continuità in transizione offensiva. Bona dispensa pallacanestro (7-2, 2’), Nasello sbatte contro Bortolin in attacco ma dietro i cremonesi tolgono tutti i punti di riferimento a Mestre, che non a caso si accende quando entrano in ritmo gli esterni. Juvi male da tre (1/9 nel primo quarto), sotto a rimbalzo (7-13 al 10’) ma dalle mille vite e risorse, presa per mano nel momento più difficile del primo tempo dalla classe e dalla leadership di Bona, 7 punti in due minuti per il 20-19 del minuto dodici, 12 all’interno di un secondo quarto straordinario. Poi Stepanovic, ancora, impatta a quota 26, poi Bona e Milovanovikj, dalla lunga distanza, confezionano il 7-0 che spedisce la Juvi negli spogliatoi con tre possessi di vantaggio (33-27, 20’). La cosa più importante al rientro dalla pausa lunga la fa Nasello attaccando Bortolin frontalmente. Il lungo mestrino commette il quarto fallo personale, Ianuale accorcia (39-38), Bona, tripla di tabella (42-38, 27’), riporta l’inerzia dalla parte dei suoi. Il più sei (47-41) del 30’ (canestro di Milovanovikj) sta anche stretto soprattutto per il 5/14 in lunetta e i tanti tiri aperti sul ferro. Cinque punti di Giulietti (54-47) valgono tanto oro quanto pesano, la zona non è un problema perché viene attaccata con pazienza ribaltando il lato, facendola muovere. Bortolin, altro fallo in attacco, si autoesclude dal finale, nel quale l’ultimo assalto (57-52) è di Petrucci. Il 3/3 di Preti dalla lunetta (60-52) lancia la volata, Bona si prende il palcoscenico segnando gli otto punti che valgono quinta vittoria consecutiva e aggancio al secondo posto.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400