Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

BASKET SERIE B

Juvi show nel posticipo con Bernareggio (81-49)

La Ferraroni asfalta i monzesi al PalaRadi nella sfida del girone B

Email:

redazione@laprovinciacr.it

30 Novembre 2021 - 22:44

Juvi show nel posticipo con Bernareggio (81-49)

Niccolò Giulietti della Juvi

JUVI                 81
BERNAREGGIO  49
Juvi Ferraroni Cremona: De Martin, Milovanovikj 10, Bona 12, Nasello 11, Tonello 5, Fumagalli 3, Vacchelli, Giulietti 7, Sipala 3, Preti 23, Gobbato 7. All. Crotti.
Pallacanestro Bernareggio 99:Lanzi, Issa, Di Meco 9, Anaekwe 4, Marra, Quartieri 11, Doneda 5, Almansi 2, Adamu 7, Gatti 9, Pirola, Cappelletti 2. All. Cassinerio.
Arbitri:Gallo di Monselice (Pd) e Migliaccio di Catanzaro.
Parziali:24-12, 41-25, 71-40.
Note: fallo tecnico a Preti (19’), Marra (26’).
Mvp: Preti.

CREMONA - Una Juvi attenta, concentrata e cinica non fa sconti a Bernareggio nel posticipo della nona giornata del campionato di serie B, vince la terza partita consecutiva e si porta a soli due punti dalla vetta. La squadra allenata da Crotti fa sembrare facile una partita che non lo era.

Bernareggio tira 1/10 dal campo nei primi quattro minuti e non riesce ad essere pericolosa nemmeno quando Cassinerio prova ad appoggiare la palla vicino a canestro per Anaekwe, centro con fisico e grande atletismo. Il primo canestro di Milovanovikj timbra il vantaggio in doppia cifra (14-4), Nasello e ancora Bona scolpiscono pallacanestro di un altro livello. Gli undici viaggi in lunetta (a due) di un primo quarto (quasi) perfetto (24-12) sono lo specchio di quanto sia differente l’intensità offensiva e la voglia di attaccare il canestro. E quando si allungano le rotazioni (dentro anche Tonello all’inizio del secondo quarto), il prodotto finale non cambia. Sipala in lunetta fa +14 (30-14), Di Meco dopo aver convertito un gioco da tre punti (30-17, 14’) commette il terzo fallo personale, così come aveva fatto Cappelletti due minuti prima. Cassinerio reinventa le proprie rotazioni, si mette a zona 3-2 per provare ad arginare l’ondata juvina e qualche risultato arriva. Ma nemmeno il quarto d’ora di pausa cambia l’inerzia della partita. Dagli spogliatoi esce un Preti immarcabile per tutti. Quando Gatti infila la tripla del 41-30, l’ala confeziona un break di 6-0, cementato in lunetta, dove nei primi trenta minuti è infallibile (11/11). Non si ferma più la macchina perfetta, perché il parziale si allarga fino al 27-9 (68-39, 28’), ancora con Preti, 15 punti nel solo terzo quarto. Tonello, da sette metri abbondanti, segna il canestro del +31 (71-40) con ancora dieci minuti da giocare. Gara in ghiaccio e settima vittoria in campionato per una Juvi in continua crescita. Nel prossimo turno è calendarizzata la trasferta sul campo della Virtus Padova, prima della sfida casalinga con l’attuale capolista Mestre, che domenica ha perso la prima partita del proprio campionato sul campo di Lumezzane.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400