Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

LA STORIA

L'erede dei Vanoli sceglie il pallone da calcio

Niente basket per Tommaso Zanotti: il nipote di Aldo ha esordito nella prima squadra dell'Offanenghese

Matteo Berselli

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

18 Novembre 2021 - 05:15

L'erede dei Vanoli sceglie il pallone da calcio

OFFANENGO - Cosa fa godere di più? La rete del canestro che viene accarezzata e infilata dalla palla a spicchi o quella di una porta da calcio che si gonfia dopo un gol? Non tutti possono scegliere quale delle due emozioni inseguire. Opportunità che invece si è presentata a Tommaso Zanotti, 16enne talento dell’Offanenghese, nato e cresciuto in una famiglia in cui il basket non è solo parte integrante della vita quotidiana, è quasi una religione. Sua madre, infatti, è Ruth Vanoli, figlia del patron Aldo, componente del Cda del club biancoblù, oltre che presidente della Vanoli Young, e suo fratello maggiore Giacomo, nel dicembre 2019, a soli sedici anni ha esordito in prima squadra sul parquet del PalaRadi nientemeno che contro la Virtus Bologna. Eppure, quando si è trattato di scegliere verso quale rete indirizzare i propri tiri, Tommaso ha scelto quella più grande e sotto certi aspetti più lontana. Quella del campo da calcio.


Poco tempo fa, il tecnico Marco Lucchi Tuelli l’ha fatto esordire in Eccellenza nella coda del match clou del girone: Sant’Angelo-Offanenghese. Gara che la sua squadra stava perdendo, anche perché costretta a giocare in inferiorità numerica dal 10’ del secondo tempo per l’espulsione di un compagno. Il parziale di 2-1 alla fine non è cambiato ma a soli sedici anni, seppur per qualche minuto, ha potuto prendere confidenza con il calcio dei grandi. E tutto lascia pensare che l’apparizione al prestigioso Carlo Chiesa non resterà un’esperienza isolata. A Offanengo contano molto su baby Zanotti, soprattutto in prospettiva. Anche perché i gol ha già dimostrato di averli nel sangue. «Può giocare sia da seconda punta che da classico uomo d’area – spiega il direttore sportivo Alberto Viti – anche perché le doti da finalizzatore le ha messe in mostra sin da ragazzino. Tre anni fa, alla prima stagione con noi, nei Giovanissimi Regionali ha realizzato 18 reti in 19 partite».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400