Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

SPORT E SALUTE

La Cremonese in campo contro il virus: "Vaccinati anche tu"

E martedì 7 settembre una rappresentanza grigiorossa sarà presente all'hub di CremonaFiere

Riccardo Maruti

Email:

rmaruti@laprovinciacr.it

04 Settembre 2021 - 10:50

La Cremonese in campo contro il virus: "Vaccinati anche tu"

CREMONA - "Hai fatto il vaccino? Io sì. Fai gol con noi: vaccinati anche tu e insieme vinciamo la partita della vita": parole pronunciate dal centrocampista della Cremonese Michele Castagnetti, primo testimonial grigiorosso della campagna di sensibilizzazione alla vaccinazione anti Covid-19 promossa da Ats Val Padana e Asst di Cremona in partnership con la società di via Persico ed altre realtà sportive del territorio. Con 'Casta' partecipano all'iniziativa altri tre calciatori della Cremo: Riccardo Collodel, Francesco Deli e Luca Valzania. I loro video messaggi verranno pubblicati nelle prossime ore sui canali social di Ats e Asst.

L'obiettivo della campagna, spiega l'Agenzia di Tutela della salute, è "far comprendere a tutti l’importanza del gesto che ogni singolo cittadino, anche giovane, può compiere per vincere la battaglia che ci vede impegnati contro il virus, auspicando che l’esempio dei campioni abbia l’effetto booster e porti i ragazzi a vaccinarsi". Per facilitare ulteriormente la vaccinazione nella fascia di età giovanile da lunedì 6 settembre a domenica 12 settembre è garantito, nei centri vaccinali, l'accesso libero (senza prenotazione) alla fascia di età 12-19 anni. Si ricorda che i minori di 18 anni devono essere accompagnati da un genitore, tutore legale o delegato, e muniti del Consenso informato. La Cremonese, inoltre, invierà una una rappresentanza di giocatori al Centro Vaccinale di CremonaFiere martedì 7 settembre dalle ore 14 per offrire la possibilità ai giovani cittadini - una volta ricevuto il vaccino – di intrattenersi con i propri beniamini.

"Una particolare attenzione - sottolinea l'Ats - vuole essere rivolta alla popolazione di fascia giovanile che dovrà a breve ritornare sui banchi di scuole e riprendere le importantissime attività motorie e sportive, fondamentali per lo sviluppo e la crescita dei giovani; il virus SARS-CoV-2 per mesi ha impedito ai ragazzi non solo di vivere la scuola in presenza, ma anche di praticare regolarmente l’attività sportiva. Bambini e ragazzi hanno bisogno di attività di movimento per la loro crescita fisica e psichica che contribuisce a mantenere regolare i ritmi quotidiani di vita, l'umore, il sonno, l'alimentazione… Un’ampia copertura vaccinale anche negli adolescenti permetterà di affrontare non solo il nuovo anno scolastico in presenza, in condizioni di maggiore sicurezza e minore rischio di contagio in aula e nel contesto scolastico, ma anche di poter tornare ad una sana e regolare pratica dell’attività sportiva e motoria".

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400