Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CALCIO E SOCIETA'

Si è spento Giampiero Boniperti, Juve: Addio Presidentissimo

Avrebbe compiuto 93 anni. Ha avuto un'insufficienza cardiaca

La Provincia Redazione

Email:

redazioneweb@laprovinciacr.it

18 Giugno 2021 - 09:17

Si è spento Giampiero Boniperti, Juve: Addio Presidentissimo

Giampiero Boniperti

 TORINO - E' morto nella notte a Torino per una insufficienza cardiaca Giampiero Boniperti, presidente onorario della Juventus, di cui è stato una bandiera prima come calciatore e poi come dirigente. Lo rende noto la famiglia.

«Giampiero Boniperti per me è stato come un padre: nel calcio a lui devo molto, se non tutto, e la notizia della sua morte per me è un colpo al cuore": Giovanni Trapattoni, racconta il suo dolore per la scomparsa del presidente degli anni d’oro Juve. «Alla Juve vincere non è la cosa importante ma l’unica cosa che conta è la frase che lo descrive perfettamente - dice, trattenendo la commozione, Trap -. Ma dietro quell'apparenza di durezza, che poi era solo rigore etico e un voler esser esigente con gli altri e con se stesso, c'era un presidente pronto a insegnare e a sostenerti, anche nelle sconfitte». 

«E' stata una parte importante della mia vita e di quella Juve: ne è stata l’anima, direi che ha creato lo stile Juve, per regole, modi e dedizione». Dino Zoff, portiere della Juve dei sei scudetti vinti con Trapattoni in panchina e Boniperti presidente, al telefono con l’Ansa ricorda il massimo dirigente di quella squadra rimasta nella storia del calcio italiano. «Era stato un grande giocatore - dice Zoff - è stato un grande presidente, simbolo di quel calcio sicuramente diverso. Ricordo solo che per parlare di premi non si passava per i procuratori, ma si andava direttamente dal presidente. E con lui non era semplice».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400