il network

Giovedì 26 Novembre 2020

Altre notizie da questa sezione

Oggi...


VOLLEY, SERIE A1 FEMMINILE

E'più a ritmo di samba, 3-0 su Perugia

Casalmaggiore domina lo scontro diretto contro la Bartoccini grazie al binomio carioca Marinho-Montibeller

E'più Casalmaggiore Bartoccini Perugia diretta ore 19

CREMONA (10 ottobre 2020) - La E'più Casalmaggiore mette in scena al PalaRadi il primo saggio di volley bailado infliggendo a Perugia una severa lezione trascinata dalle giocatrici carioca Marinho e Montibeller: 3-0 (25-17, 25-20, 25-17). L'alzatrice, gettata subito coraggiosamente nella mischia da coach Parisi, ha illuminato la scena aggiungendo rapidità ed imprevedibilità al gioco di Casalmaggiore, armi di cui hanno beneficiato, più di chiunque altro, Stufi (la fast supersonica è stata davvero un piacere per gli occhi) e proprio Montibeller, mvp ex equo con la connazionale. Le rosa trovano così tre punti importanti contro una rivale diretta e possono provare a fare lo sgambetto ad un'altra big come Scandicci, mercoledì, in toscana, nel primo turno infrasettimanale. 

STARTING SIX

E'PIU' CASALMAGGIORE: Marinho, Partenio, Melandri, Montibeller, Vasileva, Stufi, Sirressi (L).

BARTOCCINI FORTINFISSI PERUGIA: Di Iulio, Carcaces, Aelbrecht, Ortolani, Angeloni, Koolhaas, Cecchetto (L).

1 set - Marinho rompe il ghiaccio in salsa brasiliana affidando la sua prima palla a Montibeller, ma in generale la nuova alzatrice aggiunge anidride carbonica al gioco di Casalmaggiore abbassando la traiettoria ed alzando la velocità del pallone. Partenio e Montibeller provano a propiziare il break (8-6) ma Perugia non demorde e complici gli errori rosa, e la battuta di Di Iulio su Partenio sulla laterale di posto uno, sorpassa (8-9). Il video check mette il guinzaglio a Perugia, Montibeller si inventa due colpi straordinari e con l'ace su Carcaces mette in chiaro di voler vincere la battaglia tra ex costringendo Bovari al time out sul 13-10. Qualche indecisione a muro impedisce alle padrone di casa di ingrassare il bottino ma Casalmaggiore non molla la presa e piazza il nuovo break grazie al muro su Carcaces che vale il 18-13. Il video check premia ancora Casalmaggiore e spegne, di fatto le ultime speranze di rientro ospiti tanto che dal 18-15 potenziale al 19-13 reale Perugia smarrisce la via e chiude sul 25-17, presa letteralmente a pallate dalla miglior E'più dell'anno.

NUMERI: attacco: 51%-40%; Montibeller 8 punti, 70% 1 errore; Carcaces 2 punti, 28%, 1 muro subito.

2 set - Casalmaggiore avrebbe in mano l'inerzia del match ma ci mette del proprio per ridare fiducia a Perugia che, aiutata da un paio di decisioni assurde del primo fischietto, prova a scappare (7-9). Le reminiscenze rosa inducono Carcaces a regalare qualche punto alla sua ex squadra tanto che tra muri subiti ed errori diretti Casalmaggiore scrive il 13-11. Bovari, dalla disperazione, toglie Carcaces dalla ricezione abbassando Ortolani in seconda linea ma alla prima del nuovo assetto spara lo slash che Stufi converte nel 15-12 del time out ospite. Havelkova passa la paletta alla cubana l'azione dopo ma Perugia pare aver già spento i motori perchè Casalmaggiore domina ogni scambio lungo e vola sul 20-14. Ortolani prova il tutto per tutto e Parisi, salvo imprevisti, ferma i giochi sul 20-17 ma al rientro in campo l'errore al servizio dell'opposto dello scudetto rosa toglie Casalmaggiore dall'imbarazzo e vale l'abbrivio verso il 25-20.

NUMERI: attacco: 50%-31%; punti in cui Perugia è stata in vantaggio: 4/45; Carcaces: ricezione 50%(0%), attacco: 25%(2 errori, 2 muri subiti).  

3 set - Havelkova resta in campo per Carcaces e Perugia sembra guadagnarne in solidità, sia in seconda che in prima linea. Casalmaggiore non si spaventa ma fatica a togliersi le ospiti dagli scarichi. Perugia arriva ad impattare ma la rotazione nefasta e l'incepparsi dell'unica bocca da fuoco credibile, Ortolani, tolgono alle ragazze di Bovari le speranze residue consegnando a Casalmaggiore una lunga passerella verso quota 25. Gli unici acuti ospiti sono più legati a disattenzioni di Casalmaggiore che a meriti effettivi di Perugia, ma non cambiano il finale scritto che sul 25-17, dopo due ace di Ciarrocchi, manda agli archivi il secondo 3-0 consecutivo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

10 Ottobre 2020