Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

MOTONAUTICA. IL PERSONAGGIO

Alessandro Cremona, inferno e ritorno

A distanza di 15 mesi dall’incidente che gli poteva costare la vita è tornato in acqua e ha fatto subito podio. «Non sono ancora al 100% ma non riuscivo più ad aspettare, questo terzo posto è un successo»

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

02 Ottobre 2020 - 08:02

Alessandro Cremona, inferno e ritorno

Alessandro Cremona

MONTICELLI (2 ottobre 2020) - A più di un anno dal terribile incidente è tornato in acqua proprio a San Nazzaro, dove aveva rischiato la vita, e pochi giorni dopo è anche risalito sul podio. La soddisfazione per il terzo posto ottenuto domenica 27 settembre al Mondiale di motonautica F350 al Lago di Viverone, però, per il pilota 37enne Alessandro Cremona (C&B racing team) è quasi nulla rispetto all’emozione provata nel momento in cui si è ritrovato a bordo di un motoscafo. Dopo circa 15 mesi. «Non sono ancora al 100% ma non riuscivo più ad aspettare, questo terzo posto è un successo».

Alex Cremona è anche volontario della Croce Rossa a Piacenza e durante la pandemia ha garantito la sua presenza giorno e notte come soccorritore: dopo avere intrapreso la strada del volontariato nella Pubblica assistenza Caorso-Castelvetro-Monticelli dove ha svolto i primi servizi nel 2007, nei mesi di caos e paura ha infatti sostituito le divise sportive da corsa con le tute bianche e le mascherine anti contagio. Inoltre, dal 2015, è testimonial dell’importante progetto Manovre salvavita pediatriche della Cri.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400