il network

Martedì 04 Agosto 2020

Altre notizie da questa sezione


BASKET, SERIE A

Vanoli, l'avventura sembra finita: non si iscrive alla A

La società: 'Mancano le coperture economiche, il Cda rimette il proprio mandato e l'assemblea dei soci valuterà un subentro o la messa in liquidazione'

Vanoli, l'avventura sembra finita: non si iscrive alla A

Il presidente Aldo Vanoli

CREMONA (12 luglio 2020) - L'avventura della Vanoli in A sembra finita dopo 11 anni. La società ha comunicato che a causa della "mancanza di coperture economiche e garanzie" non intende iscriversi al prossimo campionato di serie A. A questo punto la parola passa all'assemblea dei soci che potrà valutare eventuali "proposte di subentro" o avviare "le pratiche per la liquidazione".

La comunicazione ufficiale della Vanoli, diffusa su Facebook intorno alle 14.30, lascia aperto un piccolo spiraglio: "Il Consiglio di Amministrzione riunitosi in data odierna dopo attenta analisi dei budget preventivi stilati per la stagione 2020/2021 ha preso atto della mancanza di coperture economiche e garanzie per lo svolgimento del prossimo campionato di serie A. L’intero Cda ha pertanto rimesso il proprio mandato all’assemblea dei soci che valuteranno eventuali proposte di subentro nella compagine societaria o in alternativa l’avvio delle pratiche di liquidazione della società".

Qualora nessuno subentrasse, Cremona sarebbe la seconda squadra dopo Pistoia a non partecipare al prossimo campionato di Serie A. Ma a differenza del club toscano, che aveva scelto di autoretrocedersi in serie A2, la Vanoli, che appena un anno
fa ha vinto la Coppa Italia, è fuori tempo massimo per scivolare nella categoria inferiore e quindi per il momento andrà avanti solo con il settore giovanile.

Così ora la Serie A rimane a 15 squadre, con il rischio concreto che, entro il 31 luglio, anche la Virtus Roma messa in vendita dalla famiglia Toti non ce la faccia ad iscriversi. Ed è sempre in stand by la posizione di Torino, che avrebbe diritto a subentrare ma non ha ancora risolto il nodo della proprietà, la stessa della Dinamo Sassari: ed è chiaro che, per regolamento, due club che fanno capo alla stessa persona non possano partecipare allo stesso campionato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

12 Luglio 2020