il network

Sabato 26 Settembre 2020

Altre notizie da questa sezione


CALCIO. ECCELLENZA

Luisiana, Marco Lucchi Tuelli lascia il club di Pandino

Una separazione consensuale, senza veleni, quasi fisiologica, quella annunciata congiuntamente dalla società e dal tecnico cremasco

Luisiana, Marco Lucchi Tuelli lascia il club di Pandino

Marco Lucchi Tuelli

PANDINO (23 maggio 2020) - Si conclude un ciclo d’oro. Forse privato di un lieto fine sul campo dall’avvento del Coronavirus, ma capace di segnare indelebilmente la storia della Luisiana. Dopo quattro stagioni, Marco Lucchi Tuelli lascia il club di Pandino nel quale è stato architetto della conquista della Coppa Italia di Promozione nel 2017 e del conseguente balzo, con relativo consolidamento, in Eccellenza. Una separazione consensuale, senza veleni, quasi fisiologica, quella annunciata congiuntamente dalla Luisiana e dal tecnico cremasco. Quando l’emergenza Covid-19 mollerà la presa e il calcio dilettantistico potrà ripartire, Lucchi Tuelli si lancerà alla ricerca di nuovi stimoli in altre piazze. Magari salendo in Serie D: Tritium e Caravaggio avrebbero già effettuato i primi sondaggi, in Eccellenza c’è il Codogno in pressing e pure sul territorio qualcuno, presto o tardi, potrebbe farci un pensierino. Ma adesso, è soprattutto il momento dell’addio a Pandino. Un addio commosso, confortato dalla consapevolezza di aver portato a termine quel progetto avviato alle porte della stagione 2016-2017. L’estate nella quale salì al timone di una Luisiana in ricostruzione, reduce dai playout in Promozione, per poi lasciarla – un quadriennio dopo – nella zona playoff di Eccellenza.

"Nella Luisiana ho costruito dei rapporti umani eccezionali, questo è il massimo orgoglio e l’eredità che vorrei lasciare a Pandino" dichiara l’allenatore. "Sarò sempre vicino ai colori nerazzurri, non dimenticherò mai i traguardi raggiunti su questa panchina, ma dopo quattro campionati vissuti intensamente penso sia arrivato il momento di voltare pagina e cercare nuovi stimoli altrove. Tengo a precisare che la decisione è maturata negli scorsi mesi, a campionato ancora in corso, prima della sospensione".

Infine, un pensiero speciale per l’ambiente nerazzurro: "Vorrei ringraziare tutti i giocatori, lo staff tecnico, i dirigenti, i tifosi dell’Armata Viscontea per il calore e la stima che non sono mai venuti meno. Dentro e fuori dal campo abbiamo vissuto tanti momenti fantastici e altri più difficili, superandoli insieme, con grande tenacia, seguendo l’esempio di un vero leader come Gigi Scietti. Un pensiero va anche per il dottore, Domenico Garbelli, per il grande Piero Torri e per tutti i sostenitori della Luisiana che ci hanno lasciato nell’ultimo, devastante periodo".

23 Maggio 2020