Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

VOLLEY A FEMMINILE

ÈPiù Pomì vince in rimonta

Contro Caserta partenza lenta per le rosa di Gaspari. Poi arriva la reazione e la vittoria per 3-1. In Coppa Italia sarà sfida a Scandicci

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

26 Dicembre 2019 - 08:43

ÈPiù Pomì vince in rimonta

CREMONA (26 dicembre 2019) - Vittoria in rimonta per l'E'Più Pomì Casalmaggiore che supera Caserta dopo aver perso il primo set e chiude l'andata al quinto posto (22-25, 26-24, 25-21, 25-14). Ai quarti di Coppa Italia sfida con Scandicci in atto unico in Toscana il 29 o 30 gennaio. Scandicci sarà anche la prima avversaria del 2020 nella prima di ritorno in programma il 15 gennaio a in trasferta.

STARTING SIX

E'Più Pomì: Antonijevic, Bosetti, Popovic, Cuttino, Carcaces, Stufi, Spirito (L).

Golden Tulip Volalto Caserta: Bechis, Gray, Garzaro, Simon, Cruz, Alhassan, Ghilardi (L).

1 set - avvio pasticciato di Casalmaggiore che consente a Caserta di tenere un break di vantaggio con le fiondate di Simon e Gray. Popovic è una sentenza e consente alle rosa di rispondere con puntualità ma il muro-difesa dell'E'Più Pomì fatica a prendere le misure a Bechis ed il break del sorpasso tarda ad arrivare. La sonnolenza del proprio sestetto irrita coach Gaspari che ferma i giochi sul 12-15 ma le cose non migliorano di molto perchè Popovic ci mette due errori marchiani per tenere avanti le ospiti. Caserta gioca con semplicità ed efficacia, ciò che dovrebbe fare Casalmaggiore che, di contro, amplifica il caos nella propria metà campo e torna da Gaspari sul 15-19. Il turno al servizio di Popovic costringe ai primi errori del set Caserta che viene richiamata due volte da Cuccarini per il 19-19. Il cambio di diagonale di palleggio per tenere in prima linea l'attacco a tre frutta il primo vantaggio locale (21-20) ma l'ace immediato di Cruz e l'ennesimo pasticcio a rete ribaltano nuovamente l'inerzia con l'ennesima palla imprecisa di Antonijevic a forzare il 22-25.

2 set - Caserta commette qualche errore (solo uno nel primo set) e accende Casalmaggiore che con l'uno-due di Bosetti prova al fuga sul 9-6 del time out Cuccarini. Il break delle padrone di casa viene prolungato da una Bosetti inarrestabile che da posto quattro trafigge le ospiti per il 12-7 del secondo time out Cuccarini. Le rosa inciampano e Gaspari le sostiene col time out del 12-10 ottenendo l'esito sperato grazie ad un'ispirata Cuttino che allunga nuovamente per il 18-12 con tre bordate consecutive. Due aces consecutivi di Cruz costringono Gaspari alla sospensione sul 20-17 (da 20-13) ma l'emorragia non si placa. Carcaces, con davanti Bechis a muro, non viene mai servita, Antonijevic, bloccata in P4, non trova uscite buone ed il cambio della diagonale di palleggio arriva solo sul 20-20 quando, guarda caso, è Vukasovic a muovere il tabellone. Il muro su Gray sembra consegnare il set alle rosa (24-22) ma Bosetti spreca il primo set point e costringe ai vantaggi: al secondo tentativo il capitano non sbaglia ed è 26-24.

3 set - L'inerzia torna contesa e Casalmaggiore fatica a prenderne possesso tra errori ed imprecisioni che consentono ad una Caserta decisamente meno incisiva che in avvio di restare a contatto. Scuka rileva presto una spenta Carcaces, Poll prende il posto dell'ex Gray ma è l'errore di Simon a valere il primo timido tentativo di fuga locale sul 10-7 del time out Cuccarini. Il vento è quello buono e spinge il braccio pesante di Cuttino, abile a colpire senza soluzione di continuità per il 13-7 della seconda sospensione ospite. Cuccarini spedisce in campo Ameri per Ghilardi e le campane rosicchiano qualche punto ma Cuttino è affidabile ed è, con Popovic, il terminale preferenziale (se non esclusivo) di Antonijevic per il 22-17. Un paio di errori riducono il passivo ma Popovic chiude i conti col primo tempo del 25-21.

4 set - Cuccarini tiene in campo Ameri e Poll ma cambia Cruz con Gray e Bechis con Dalia mentre Gaspari si fida di Scuka confermando la panchina a Carcaces. E' proprio la banda slovena ad assestare la prima spallata al set con l'ace dell'8-4 che vale il time out Cuccarini. Caserta, di fatto, ha la spina staccata, forse definitivamente, mentre Casalmaggiore inserisce il pilota automatico tenendosi costantemente avanti sul 14-9. Il set prosegue senza scossoni sino al definitivo 25-14.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400