il network

Domenica 20 Ottobre 2019

Altre notizie da questa sezione


CALCIO, SERIE B

Brutta Cremonese ko 2-0, fa festa il Cittadella di Venturato

Grigiorossi sotto dopo due minuti e in dieci dopo 28 (espulso Valzania), la reazione non arriva mai e i veneti raddoppiano nel finale

Cremonese, amichevole di lusso con il Napoli

CREMONA (6 ottobre 2019) - Brutta sconfitta in casa della Cremonese. Il Cittadella dell'ex Venturato si impone 2-0 allo Zini. Male i grigiorossi che sono andati in svantaggio dopo due minuti e sono rimasti in dieci dopo 28. La squadra di Rastelli non ha di fatto mai dato l'impressione di poter recuperare e i veneti hanno messo in cassaforte il risultato con Diaw negli ultimi minuti.

  • Finisce 2-0 per il Cittadella
  • 90' cinque minuti di recupero
  • 88' Vrioni non ce la fa, non ci sono più cambi: ultimi minuti in 10 contro 10
  • 87' si fa male Vrioni durante una ripartenza del Cittadella, sembra che il giocatore non riesca a proseguire anche se Venturato ha esaurito i cambi
  • 86' ammonito Bussaglia (Cittadella)
  • 81' GOL DEL CITTADELLA - Raddoppia il Cittadella. Male Ravaglia che si fa scappare il pallone, Vrioni tiene vivo il pallone e lo serve su un piatto d'argento a Diaw che non sbaglia
  • 77' occasione per il Cittadella con Vrioni che approfitta di una dormita difensiva, il suo tiro è sull'esterno della rete
  • 75' cambio Cittadella: Vrioni per Luppi
  • 74' cambio Cremonese: Kingsley per Soddimo
  • 72' che occasione per il Cittadella: Diaw scappa verso la porta e subisce il grandissimo recupero di Mogos che lo mura, il pallone resta nella disponibilità dell'attaccante del Cittadella che vede Panico, il neoentrato, tutto solo, schiaccia troppo il tiro e il pallone finisce sui cartelloni pubblicitari
  • 70' la Cremonese risponde subito con un tiro alto di Mogos
  • 69' occasione Cittadella: colpo di testa in tuffo debole di Luppi, nessun problema per Ravaglia
  • 66' cambio Cittadella: Vita per Bussaglia
  • 64' occasione Cremonese: Mogos centra per Ciofani anticipato di un soffio. L'ingresso di Ciofani sembra aver ridato energie alla Cremonese e ai tifosi
  • 63' cambio Cittadella: Panico per Celar
  • 61' cambio Cremonese: Ciofani per Deli. Altra mossa offensiva di Rastelli che manda dentro il possente attaccante ex Frosinone al posto di un centrocampista per affiancarlo a Ceravolo
  • 60' ammonito Branca (Cittadella)
  • 60' Cremonese in difficoltà: i grigiorossi non riescono praticamente più ad uscire dalla metà campo in questa fase
  • 55' grande occasione Cittadella, Celar sorprende Caracciolo e cerca il pallonetto su Ravaglia, pallone alto di poco
  • 50' ammonito Boultam (Cremonese): il giocatore grigiorosso rimedia un cartellino giallo dopo 10 secondi dal suo ingresso in campo
  • 49' Boultam ha caratteristiche più offensive rispetto a Bianchetti, mossa di Rastelli per cercare di raggiungere il pareggio. La Cremonese si sistema col centrocampo a rombo
  • 49' cambio Cremonese: Boultam per Bianchetti
  • 47' Cittadella subito vicino al raddoppio con un gran destro di Vita che sfiora l'incrocio sotto gli occhi di un immobile Ravaglia che non avrebbe potuto nulla sulla bordata del giocatore di Venturato
  • Secondo tempo
  • Fine primo tempo Sono stati 45 minuti di grande sofferenza per la Cremonese, gelata dopo due minuti da Luppi e in dieci dal 28' per l'espulsione di Valzania
  • 45' due minuti di recupero
  • 44' Cittadella vicinissimo al raddoppio. Vita centra rasoterra, Ravaglia respinge e per poco Luppi non riesce a ribadire in rete. Il pallone arriva a Iori che va al tiro e trova l'opposizione di Caracciolo
  • 41' la Cremonese ci prova in contropiede con un tiro alle stelle di Deli da fuori area
  • 38' ammonito Celar (Cittadella)
  • 33' occasione Cittadella: palla in profondità per Luppi che incrocia, tiro deviato in angolo da Ravaglia
  • 30' la Cremonese, che già stava facendo fatica, appare ancora più in difficoltà a a causa dell'uomo in meno
  • 28' Cremonese costretta a giocare in 10 uomini per più di un'ora. Rastelli abbassa Renzetti per una difesa a quattro, Soddimo aiuta di più centrocampo e Ceravolo resta unica punta
  • 28' espulso Valzania (Cremonese): fallo su Diaw che gli costa il secondo giallo
  • 23' ammonito Soddimo (Cremonese)
  • 18' sugli sviluppi della punizione per il Cittadella causata dal fallo di Valzania, tentativo di Iori, blocca Ravaglia
  • 17' ammonito Valzania (Cremonese)
  • 17' ci prova la Cremonese con una punizione dalla trequarti sulla quale Paleari esce coraggiosamente respingendo il pallone
  • 12' ancora Cittadella con una spizzata di testa di Celar deviata in angolo da Caracciolo
  • 9' azione insistita del Cittadella, palla a Luppi al limite che prova il turo da posizione defilata: Ravaglia sicuro nella presa
  • 6' la Cremonese cerca di scuotersi dopo lo shock del gol subito in apertura
  • 2' GOL DEL CITTADELLA - Vantaggio lampo del Cittadella. Girata di Luppi - palo gol - su cross di Diaw al termine di un'azione che ha sorpreso tutti, soprattutto i grigiorossi che si sono praticamente fermati, perché il Cittadella ha continuato a giocare nonostante ci fosse Vita a terra.
  • Fischio d'inizio

IL TABELLINO
CREMONESE (3-5-2): Ravaglia; Bianchetti (49' Boultam), Caracciolo, Ravanelli; Mogos, Deli (61' Ciofani), Arini, Valzania, Renzetti; Soddimo (74' Kingsley), Ceravolo. In panchina: Volpe, De Bono, Migliore, Zortea, Hoxha, Girelli, Kingsley, Castagnetti, Cella, Boultam, Palombi, Ciofani. All. Rastelli.
CITTADELLA (4-3-1-2): Paleari; Ghiringhelli, Adorni, Perticone, Benedetti; Vita (66' Bussaglia), Iori, Branca; Luppi (75' Vrioni); Diaw, Celar (63' Panico). In panchina: Maniero, Mora, Camigliano, Bussaglia, Proia, D’Urso, Panico, Rosafio, Vrioni, Ventola, Pavan. All. Venturato.
ARBITRO: Serra di Torino (assistenti Lombardi di Brescia e Palermo di Bari, quarto Kumana di Verona).
RETI: 2' Luppi, 81' Diaw.
NOTE -  Espulso al 28' Valzania per doppia ammonizione. Ammoniti Soddimo, Celar, Boultam, Branca, Busaglia.

LA CLASSIFICA: Benevento p.15; Empoli, Salernitana, Crotone e Perugia 14; Ascoli e Cittadella 12; Pordenone e Entella 11; Chievo e Cremonese 10; Pisa e Venezia 9; Pescara 7; Frosinone 6; Spezia, Livorno, Trapani, Cosenza e Juve Stabia 4

06 Ottobre 2019

Commenti all'articolo

  • Mino

    2019/10/06 - 17:05

    @ Rastelli-2. ... non e' veloce, nel senso che non corre, come le squadre incontrate fino ad oggi? Si rende conto, Mr., che le partite vinte dalla Cremo' in questo inizio di campionato sono stati risultati fortunosi? Venezia e Ascoli si stanno ancora chiedendo come hanno potuto soccombere ad una squadra quale e' oggi la Cremo' da lei allenata. Per usare le sue stesse parole, Mr. Rastelli, "dal suo cilindro" oggi non e' uscito nulla se non la pochezza che gia' conoscevamo. Infortuni? Cinque titolari non disponibili? Con una rosa di circa 30 giocatori non dovrebbe essere difficile trovare delle adeguate sostituzioni. Secondo me, il problema e' che la squadra adotti un gioco "soft", quasi come voler andare in porta in "Rolls Royce" anziche' in Ferrari! Ora la squadra presenta dei problemi che tornano evidenti una domenica si e l'altra pure: i pareggi a Crotone ed a Trapani sono la conferma del passo da "posa piano" che la squadra sta avendo. La sosta potrebbe essere foriera di novita'.

    Rispondi

  • Mino

    2019/10/06 - 17:05

    Seguire le "performances" della Cremo' sembra quasi di stare giocando a "Monopoli'. dove fai un passo avanti e poi ti trovi le incognita dei cartellini degli "imprevisti e delle probabilita'" e cosi' rischi di stare fermo un giro. Questo e' quanto sta succedendo ai grigiorossi. Ora sentiremo il Mr. in conferenza stampa dire che, " Sapevamo che il Cittadella era una squadra forte e che e' sempre stata "la bestia nera" della Cremonese. Ma mi permetto di far osservare a Rastelli che non ci sono bestie nere o bianche che non si possano addomesticare. Vede Rastelli, oggi Venturato le ha dato una lezione di calcio di cui dovrebbe fare tesoro e che si e' presentato in campo a Cremona con due punte. i Lei, Rastelli, invece ha messo il solo Ceravolo la davanti e facendo giocare Soddimo come seconda punta, che punta non e'. Sempre lei, Rastelli, oggi ha tenuto in panchina Palombi e Ciofani per ragioni a noi sconosciute. Perche' allo Zini non osa le 3 punte insieme? Inoltre, perche' la Cremo ...

    Rispondi

  • simone

    2019/10/06 - 16:04

    Game over per Rastelli

    Rispondi