Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CALCIO DILETTANTI

Il vice allenatore entra come portiere di riserva e para un rigore

Coppi è l'eroe inatteso della prima storica vittoria in Seconda categoria del Santa Maria

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

02 Ottobre 2019 - 08:16

Il vice allenatore entra come portiere di riserva e para un rigore

GUSSOLA (2 ottobre 2019) - Un eroe a sorpresa, un rigore parato senza essere un portiere e una vittoria memorabile. Sono gli ingredienti che compongono la storia di Matteo Coppi, il protagonista inatteso del primo successo di sempre centrato dall’Oratorio Santa Maria in Seconda categoria.

Coppi, 40 anni, una vita da difensore nei dilettanti tra il casalasco e il mantovano, nell’ordine vice-allenatore di mister Galafassi e numero 12 improvvisato in distinta per carenza di portieri, si è preso la copertina al 57’ della sfida contro i lodigiani dell’Oratoriana San Luigi. Sul 2-0 in favore della formazione di Gussola, il primo portiere dei gialloneri (Turina) è stato espulso per un’uscita fallosa sull’attaccante lanciato verso la porta, in piena area di rigore. Il penalty, a questo punto avrebbe potuto cambiare la direzione del match. Cacciato Turina, per il Santa Maria non c’erano alternative e dalla panchina ha dovuto subentrare tra i pali proprio lui, l’allenatore in seconda tesserato giusto per fare numero. 

«Sono entrato all’improvviso, senza nemmeno riscaldarmi, ma ero abbastanza tranquillo perché in fondo non avevo nulla da perdere», racconta il quarantenne di Agoiolo, frazione di Casalmaggiore. «Tutti sanno che non sono un portiere e nella peggior delle ipotesi avrei preso gol. Senza pensarci troppo mi sono affidato all’istinto e ho scelto un angolo. Il tiro non è stato perfetto, va detto, piuttosto centrale. Così mi sono allungato e ho respinto lateralmente. Una grandissima emozione».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400