Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CANOTTAGGIO

Mondiali: sfuma il bis per Gentili che chiude terzo, Rodini qualifica la barca per Tokyo 2020

A Linz bronzo per del quattro di coppia azzurro dietro Olanda e Polonia

Francesco Pavesi

Email:

fpavesi@cremonaonline.it

31 Agosto 2019 - 15:39

Mondiali: sfuma il bis per Gentili che chiude terzo, Rodini qualifica la barca per Tokyo 2020

LINZ (Austria, 31 agosto 2019) - Non riesce il bis mondiale a Giacomo Gentili che chiude la finale A dei mondiali assoluti di Linza al terzo posto a bordo del quattro di coppia azzurro. Gentili, Rambaldi, Mondello e Panizza arrivano dietro all’Olanda e alla Polonia. La partenza ha visto scattare davanti la Polonia con l’Italia seconda, ma dopo 500 metri è l’Olanda a farsi sotto con gli azzurri dietro di poco. Ai 1000 l’Olanda non cala di ritmo, mentre la Polonia rimonta e tiene la barca italiana dietro di pochi centesimi. La seconda parte della finale non vede la rimonta dei campioni in carica italiani che insidiano il secondo posto della Polonia, mentre la barca olandese tiene indisturbata la prima posizione fino al traguardo.

Medaglia di bronzo quindi per il bissolatino Gentili che non riesce a centrare il secondo titolo mondiale consecutivo, ma resta la consolazione di aver qualificato la barca per Tokyo 2020.

In mattinata sono scese in acqua anche Rodini e Montesano impegnate nelle finali B per un pass olimpico.

Missione riuscita per Valentina Rodini (Fiamme Gialle-Bissolati) che nel doppio pesi leggeri con Francesca Cesarini (Fiamme Oro-Gavirate) riesce a centrare il primo posto, unico utile per mandare la barca a Tokyo 2020. L’atleta cremonese e la compagna hanno disputato un’ottima gara. In partenza è stata la Svizzera a tenere il comando, tanto che al passaggio dei 500 metri l'Italia è terza con un secondo di svantaggio. A metà gara Italia ancora terza ma scatta l’attacco a Svizzera e Canada. Con un ritmo di 40 colpi la barca azzurra prima divora le elvetiche che mollano dopo la partenza sprint, quindi raggiunge le canadesi che perdono metri tanto che l’Italia vince con mezza barca di vantaggio.

Fuori dalle Olimpiadi invece il quattro senza femminile che vedeva a bordo Alessandra Montesano dell’Eridanea. La barca azzurra in finale B aveva due posizioni da giocarsi ma ha concluso all’ultimo posto.

L’Italia del canottaggio entra comunque nella storia del remo femminile qualificando tre barche: il due senza senior femminile (Kiri Tontodonati e Aisha Rocek), il doppio pesi leggeri femminile (Valentina Rodini e Federica Cesarini) e, dopo 35 anni – dalle Olimpiadi di Los Angeles 1984 (allora c’era anche il timoniere a bordo), anche il quattro di coppia femminile (Ludovica Serafini, Silvia Terrazzi, Clara Guerra e Chiara Ondoli). In totale l’Italremo ha staccato 25 pass a cinque cerchi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI E FOTO

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400