Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CALCIO SERIE B

Grigiorossi, si parte! Venezia-Cremonese: questa sera alle 21 allo stadio Penzo

La squadra di Rastelli impegnata in una trasferta carica di contenuti. Grande attesa tra i tifosi che sognano una stagione importante

Felice Staboli

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

24 Agosto 2019 - 11:20

Grigiorossi, si parte. Venezia-Cremonese: questa sera alle 21 allo stadio Penzo

CREMONA (24 agosto 2019) - Lavoro, umiltà, professionalità. Parte da qui la nuova stagione della Cremonese, che si presenta al via con grandi aspettative. Stasera (ore 21) a Venezia i grigiorossi sono attesi subito da una prova carica di molti significati: il successo a Verona in Coppa Italia ha accesso ancor di più i riflettori su tutto l’ambiente — squadra e società —, riuscire a confermarsi sarebbe già un messaggio chiaro per tutti. Non è il tempo dei proclami che in casa grigiorossa non trovano mai cittadinanza, ma sarebbe ingiusto negare che mai come stavolta nell’ambiente si respira un’aria particolare, c’è ottimismo, fiducia e i motivi sono chiari a tutti. La squadra è stata in gran parte confermata, il mercato fin qui ha portato in dote giocatori di spessore e l’arrivo di Ciofani rappresenta il fiore all’occhiello (e Deli non è da meno) di una campagna che ancora deve dire molte cose e che parlerà senz’altro all’inizio della prossima settimana (Ceravolo? Un centrocampista in più?).

La stagione che comincia sarà importante anche per mister Rastelli, che ha ottenuto la fiducia e la conferma dalla società e che stavolta ha la possibilità di partire dall’inizio. Un campionato di B l’ha già vinto, dunque sa come si fa. Guiderà una squadra che punta a diventare uno squadrone, dove l’ottanta per cento della rosa è formata da gente che ha giocato almeno una volta in serie A. La direzione del dg Armenia, la guida tecnica del ds Bonato, sono tutte componenti che certificano la forza di una società strutturata, grazie ad una proprietà decisiva sotto ogni punto di vista, che in estate ha anche rinnovato ulteriormente lo stadio Zini.

E poi, naturalmente, ci sono i tifosi: erano in 4mila per la partita col Francavilla, a inizio agosto. Ce n’erano 600 a Verona, alla prima trasferta stagionale. Gli abbonamenti non sono ancora decollati (tranne in curva sud), il che contrasta con l’atmosfera e l’interesse crescente verso la squadra e con una campagna acquisti che vede la Cremonese ai primi posti nella griglia del campionato. Ma la campagna abbonamenti va avanti e i conti precisi si faranno alla fine. Sarà anche la terza stagione consecutiva per la Cremonese in serie B e quando si arriva al terzo anno di solito alla fine si festeggia. In realtà, si sa, il campionato non fa mai sconti e anche quest’anno sarà durissima. Sarà un campionato impegnativo anche sul piano delle trasferte: non c’è più il Palermo, ma si va in Sicilia lo stesso a Trapani, due volte in Calabria (Cosenza e Crotone), tre in Campania (Benevento, Juve Stabia, Salernitana), sull’Adriatico c’è sempre il Pescara. E si arriva a est contro il Pordenone di Tesser, il tecnico che ha portato la Cremonese in serie B con il quale si chiuderà il girone di andata e di ritorno.

Ma ormai non c’è più tempo per la teoria: a Venezia stasera servirà subito una Cremonese bella e cattiva, tipo quella che in primavera aveva dimostrato di essere una squadra vera, con Ciofani e Deli ora chiamati a fare la differenza. Non c’è alternativa. E allora resta solo una cosa da dire: buon campionato, Cremonese.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400