Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

Serie A2 femminile

Soverato - Pomì 3-2

Battuta d’arresto a Soverato, Novara fa il vuoto e pantere al 3° posto

Gigi Romani

Email:

lromani@laprovinciadicremona.it

01 Aprile 2013 - 14:51

Soverato - Pomì 3-2
SOVERATO (CZ) — E se ne va, la capolista se ne va. Novara scappa, la Pomì scivola al terzo posto sconfitta - prima volta nell’era Cuello in campionato - da Soverato e superata da Ornavasso. Sestetti tipo per entrambi gli allenatori in una soleggiata vigilia di Pasqua che riduce l’affluenza al palaScoppa. La Pomì parte con il piede sbagliato soffrendo all’inverosimile in ricezione e giocando scontato su Bacchi sempre braccata dal muro. Cuello ferma tutto sul 4-1 ma l’apnea si prolunga sino al 7-1 prima che un muro di Nardini smuova le acque. Un ace di Corna riduce le distanze e la Pomì torna a contatto sull’8-6 in virtù della battuta ficcata di Bacchi. Manca un po’ di reattività in seconda linea, Corna non ha mai un pallone pulito e su un paio di palle corte si evidenzia la scarsa copertura delle rosa per l’11-6 di Galeotti. Basta poco però a Bacchi e compagne per firmare un break consistente: Jessica Moretti sbaglia più di un pallone in ricezione e permette alle ospiti di guadagnare punti prima per l’11-10 di Zago poi per il 14-14 frutto di un’incomprensione sull’appoggio in ricostruzione. Ci si aspetta l’allungo casalasco e invece la Pomì torna vittima dei propri limiti: la ricezione fa acqua, il muro non segue con efficacia e quando Zago spara fuori il 18-15, Cuello mette le mani a T. L’elastico torna a favore delle ospiti (18-17)magli errori si moltiplicano e nonostante si passi dal 20-17 al 20-19 (con Agrifoglio per Corna) l’ennesimo errore di Zago vale l’ingresso in campo di Guatelli sul 22-19. La Pomì avrebbe anche la palla della ricostruzione sul 22-20 ma spreca e Soverato ringrazia: muro su Beier e 25-20. Zago rientra pronta al riscatto e piazza dai 9 metri lo 0-3 d’avvio. Le rosa provano a sciogliersi trovando finalmente la quadratura in correlazione muro difesa e sfruttando qualche imprecisione calabrese. Quando Paggi spara fuori da seconda linea siamo 6-11 e Breviglieri ferma i giochi. Ora è un’altra Pomì, forse non entusiasmante ma concreta. La fotografia del cambiamento è nei due tocchi di seconda quasi consecutivi di Corna che tolgono pressione agli attaccanti e valgono il 9-16 della sospensione. Lo spartito è chiaro: la Pomì deve pensare prima a non farsi male con le proprie mani consapevole che così Soverato sarà costretta a giocarsi punto su punto con gli errori conseguenti. L’allungo è costante e dopo un set point annullato Zago in pipe scrive l’1-1 sul 16-25. Al rientro sono gli errori a farla da padrone: 4-2 con tre errori delle "rosa". La Pomì riceve una mano dal fischietto che ravvisa un tocco a muro su Zago scatenando l’ira dell’ex Diomede che rimedia il giallo del 5-5. Il 5-8 pare un buon viaticomanon c’è copertura sui pallonetti e quando l’attacco fatica Moretti scrive il 10-10 prima che Olivotto rilevi una Repice in giornata no. L’attacco è Bacchi-dipendente e sulla ricezione lunga di Gibertini l’errore in palleggio di Corna vale il 16-15. Il momento è cruciale ma la Pomì si fa piccola piccola, sbaglia ogni pallone e dal 20-19 chiude 25-19 sul cartellino giallo. Limitare i danni è l’unico obiettivo ormai. La Pomì ferita torna in campo con veemenza e Zago la porta per mano sino al 4-8. Le ragazze di Cuello non mollano la presa, toccano a muro e sfruttano il calo delle padrone di casa per il 9-16 di Nardini. E’ un set a senso unico e anche quando paiono andare in difficoltà le "pantere" trovano il modo di uscire dall’impasse per mantenersi a distanza. Gli ultimi punti sono formalità ed è un pallonetto di Beier a rimandare il verdetto al tie break. Un punto, quello che c’è in palio nel quinto set, potenzialmente fondamentale.La Pomì aggredisce, Bacchi la trascina sul 3-6 ma Soverato non molla e la ricezione ospite la agevola per il 7-7 del time out Cuello. Corna sbaglia l’ennesimo pallone e Agrifoglio la sostituisce ma il black out è completo. Parziale di 7-1 e sull’11-8 Cuello ferma i giochi. La Pomì prova a rifarsi dal 13-8 al 13-11maun’invasione fischiata a Bacchi vale il 14-11 convertito, dopo il time out Breviglieri, nel 15-13 che manda la Pomì al terzo posto.

(25-20; 16-25; 25-19; 17-25; 15-13)
Volley Soverato
: Galeotti 2, Boscacci 18, Paggi 2, Diomede 2, F. Moretti 14, Travaglini 9, J. Moretti (L), Russo 2, Nikolova 11, Mancuso, Demichelis 1, Scalise (L2) n.e. All. Breviglieri.
Pomì Casalmaggiore: Corna 5, Zago 27, Bacchi 12, Nardini 8, Beier 18, Repice 2, Gibertini (L), Olivotto, D’Ambros, Agrifoglio, Guatelli, Nasari n.e. All. Cuello.
Arbitri: Canessa e Zingaro.
Note: spettatori 500. Soverato- Pomì: errori in battuta 5-12; aces 2-6; muri 8-13.
Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400

Prossimi Eventi

Mediagallery

Prossimi EventiScopri tutti gli eventi