Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

RIVAROLO DEL RE

Vandalizzano cascina disabitata, denunciati 16 giovani

Hanno tra i 25 e i 17 anni. Il giorno di Pasquetta hanno organizzato una grigliata ma dopo aver forzato la porta d’ingresso se la sono presa con elettrodomestici e armadi, divelto infissi e spaccato alcuni sanitari

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

20 Aprile 2021 - 11:02

Vandalizzano cascina disabitata, denunciati 16 giovani

RIVAROLO DEL RE (20 aprile 2021) - I carabinieri della Stazione di Rivarolo del Re, a conclusione di una serie di accertamenti ed indagini, hanno deferito alla Procura della Repubblica di Cremona ed alla Procura per i Minorenni di Brescia ben 16 persone, di cui 7 minori, per i reati di danneggiamento e violazione di domicilio aggravati. I 16 denunciati, tra i 25 e i 17 anni, approfittando del fatto che la cascina fosse fuori mano e circondata da campi agricoli, oltre che disabitata da tempo, lo scorso 5 aprile hanno pensato che fosse il luogo ideale per riunirsi e festeggiare così la giornata di Pasquetta.

Intorno a mezzogiorno i giovani si sono introdotti nella proprietà pertinente al cascinale e hanno cominciato ad allestire la grigliata. Nel corso del pomeriggio, intorno alle 17, i rumori causati dal bivacco hanno insospettito alcuni passanti ed agricoltori che si trovavano nei campi circostanti a lavorare e hanno contattato i carabinieri che sono giunti poco dopo. L’immediato arrivo dei militari ha permesso di identificare alcuni dei giovani presenti e constatare i danni che, durante il pomeriggio di bivacco, sono stati arrecati all’edificio e a quanto in esso contenuto. Oltre a forzare la porta d’ingresso infatti i giovani avevano vandalizzato degli elettrodomestici ed armadi, divelto infissi e spaccato alcuni sanitari.

Nonostante al momento dell’arrivo dei Carabinieri alcuni partecipanti ai festeggiamenti se ne fossero andati, le indagini condotte dagli uomini dell’Arma hanno condotto alla completa identificazione di tutti e 16 i ragazzi che sono quindi stati immediatamente deferiti alle Procure competenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400