Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

L'APPELLO

I sindaci del Viadanese chiedono un centro vaccini

La lettera inviata all'Ats Val Padana e alle Asst di Mantova e Cremona è firmata da dieci primi cittadini. Intanto a Viadana cala il numero dei contagi

Riccardo Maruti

Email:

rmaruti@laprovinciacr.it

09 Aprile 2021 - 18:35

I sindaci del Viadanese chiedono un centro vaccini

VIADANA (9 aprile 2021) - In una lettera inviata all'Ats Val Padana e alle Asst di Mantova e di Cremona, i sindaci del Viadanese chiedono un punto vaccini sul territorio, attualmente escluso dal piano di riorganizzazione dei centri vaccinali. La richiesta è firmata dai primi cittadini di Bozzolo (Giuseppe Torchio), Commessaggio (Alessandro Sarasini), Dosolo (Pietro Bortolotti), Gazzuolo (Loris Agostino Contesini), Marcaria (Carlo Alberto Malatesta), Pomponesco (Giuseppe Baruffaldi), Rivarolo Mantovano (Massimiliano Galli), Sabbioneta (Marco Pasquali), San Martino dell'Argine (Alessio Renoldi) e Viadana (Nicola Cavatorta). Ecco il testo integrale del messaggio.

LA LETTERA. "A seguito della lettera inviataCi dal Direttore Generale Salvatore Mannino e dal Direttore Sociosanitario dr.ssa Carolina Maffezzoni di ATS Valpadana, datata 3 aprile 2021, siamo venuti ufficialmente a conoscenza del fatto che il Distretto Socio Sanitario Viadanese (popolazione al 31/12/2020 n. 46975 abitanti) non risulta essere inserito tra le aree nelle quali sorgeranno a breve i centri vaccinali massivi. Vogliamo ricordare che i comuni di Bozzolo, San Martino dall’Argine, Rivarolo Mantovano e Viadana sono i quattro comuni del mantovano con più alto indice di contagio. Nelle settimane scorse alcuni sindaci hanno candidato, per l’apertura dei poli vaccinali, strutture presenti nei propri comuni. Tra questi:
- Presidio ospedaliero di Bozzolo
- Sede Avis di Viadana
- Centro ATS di Campitello
Nelle scorse settimane le Protezioni Civili locali hanno dato disponibilità a prestare servizio in caso di necessità. Dal 15 marzo scorso è attiva a Viadana la sede vaccinale presso gli spazi Avis in via Grazzi Soncini, nella quale nel frattempo sono state vaccinate persone legate al mondo della scuola, del volontariato e si stanno concludendo in questi giorni gli over 80 che non erano ancora stati vaccinati altrove. E’ stato fondamentale il lavoro dei volontari e del personale medico ed infermieristico che
si è reso disponibile a proseguire l’importante servizio, reso fino ad ora, anche per il futuro. Tutto ciò premesso chiediamo di avere un polo vaccinale pienamente operativo nel nostro territorio".

A VIADANA CONTAGI IN CALO. Fanno ben sperare i dati dei contagi da Coronavirus nel Comune di Viadana. In una settimana gli attualmente positivi sono scesi da 222 a 155. La fascia d'età più colpita è quella dei 20-50 anni con 57 persone (36,8%), seguono gli over 65 con 50 persone (32,3%), poi vi sono 27 ragazzi (under 20) pari al 17,4% e infine 21 cittadini tra i 51 e i 65 anni (13,5%).  I dati sono stati diffusi dalla Protezione civile 'Oglio Po-Viadana'. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, VIDEO E FOTO

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400