Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CORONAVIRUS. LA STORIA

Filiera solidale per aiutare una famiglia

Arci Persichello, Soms e Comune di Torre de’ Picenardi. E al capofamiglia hanno trovato anche un lavoro

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

11 Marzo 2021 - 09:21

Filiera solidale per aiutare una famiglia

Giancarlo Ruffini alla Filiera Corta Solidale di Cremona

TORRE DE' PICENARDI (11 marzo 2021) - Una filiera solidale per aiutare una famiglia indiana in grave difficoltà.
L’Arci Persichello, il Comune di Torre de’ Picenardi e la Società operaia di mutuo soccorso di Torre de’ Picenardi si sono uniti per contrastare l’odissea di papà, mamma e due figlie minorenni che si sono trovati senza reddito e, quindi, senza forme di sostentamento. In pratica l’aiuto ha consistito — da dicembre a pochi giorni fa — in una cassetta settimanale di prodotti alimentari e, inaspettatamente, un lavoro per il capofamiglia.

«Così parte — racconta Marcello Volpi del direttivo della Soms — la staffetta per andare alla Filiera Corta Solidale di Cremona, prendere il pacco alimentare e consegnarlo, ogni martedì, alla famiglia. Si sono mobilitati anche Laura Rossi della Filiera Corta Solidale, Silvia Martì e Simon Borchardt, presidente e socio dell’Arci Persichello, Giancarlo Ruffini di Torre per aiutare, in mezzo a mille limitazioni, questa famiglia. Nel frattempo il capofamiglia stava cercando lavoro e con il passa parola siamo riusciti a trovargli un’occupazione come meccanico a Cremona. La sera in cui ci siamo presentati per dirglielo, ci ha ringraziato e ci ha risposto ‘Grazie ragazzi, ma proprio oggi ho trovato lavoro in un’azienda qui a Torre’».

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400