Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

GIORNATA DELLA MEMORIA

I nonni e la Shoah. Le letture in un video

Gli anziani «interpretano» le vittime. Proiettato alla Soms di Torre de’ Picenardi

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

27 Gennaio 2021 - 08:35

I nonni e la Shoah. Le letture in un video

La Risiera di San Sabba, il campo di prigionia nazista di Trieste

TORRE DE' PICENARDI (27 gennaio 2021) - Un video con quattro «nonni» del paese che leggono le testimonianze di quattro ebrei morti nei campi di concentramento nazisti.
È l’idea per commemorare la Giornata della Memoria, nel periodo Covid, dalla Società Operaia di Mutuo Soccorso di Torre de’ Picenardi. Un accostamento toccante e ricco di significati, concentrato in un video di 4 minuti e 10 secondi che sarà proiettato oggi — ricorrenza internazionale per commemorare le vittime dell’Olocausto — dalle 17,30 alle 22, ininterrottamente, nel cortile della sede della Soms a Torre.
Gli ideatori e realizzatori dell’iniziativa sono il presidente della Soms Giacomo Volpi, il tesoriere Marcello Volpi, il consigliere Nicola Ruffini e i soci Alessandra Dordoni e Giovanni Magni, mentre i protagonisti del video sono gli ultranovantenni Angiolina De Stefani del 1931 che legge Helga Deen (Stettino 6 aprile 1925, campo di sterminio di Sobibór 16 luglio 1943), Michelina Bottazzi del 1928 che legge un passo del Diario di Anne Frank (Francoforte 12 giugno 1929, Bergen-Belsen febbraio 1945), Giannino Mainetti del 1927 che legge Petr Ginz (Praga 1º febbraio 1928, Birkenau 28 settembre 1944) e Dante Davini del 1930 che legge Moshe Ze’ev Flinker (L’Aia 9 ottobre 1926, Birkenau 21 maggio 1944).
«L’idea di questo video — dice Giacomo Volpi — è nata dalla voglia di fare qualcosa per la Giornata della Memoria in sintonia con le restrizioni dettate dal Covid. Parlandone tra noi, e con altre persone, sono uscite diverse idee, che poi si sono sintetizzate nell’idea del video, dove i protagonisti sono queste persone, coetanei di tanti ebrei morti nei campi di concentramento. Volevamo che le vittime non fossero solo nomi o numeri, ma anche volti. L’unica possibilità era far interpretare questi volti ai loro coetanei, persone che ora sono i nostri nonni, come lo sarebbero stati tanti di quelli morti nei campi di concentramento. In più il ruolo dei nonni è ancora importante, nonostante il periodo di isolamento che sono costretti a mantenere in questi mesi. Per questo abbiamo intitolato il video semplicemente ‘Nonni’».
Le parole dei nonni, un montaggio che coglie l’atmosfera delle loro case, l’intensa espressione dei loro volti e la colonna sonora del compositore francese Erik Satie con Gnossienne 1 sono gli ingredienti del video con le immagini che riescono a concretizzare l’idea del gruppo di lavoro. Gli autori definiscono questo video «sperimentale», considerate le limitazioni imposte dalla pandemia per la sua realizzazione. Al contempo nutrono la speranza che possa diventare l’inizio di un percorso che porti alla creazione di un vero e proprio video archivio della memoria con le testimonianze dei torrigiani, e non solo, su particolari fatti storici. «Ringraziamo i famigliari dei protagonisti del video che ci hanno dato un grande aiuto - dicono -. Quando nei giorni scorsi siamo entrati nelle case, con tutte le prudenze legate alla situazione attuale, i nonni ci hanno accolto con un sorriso, dicendo ‘bravi, così mi fate anche un po’ di compagnia’ prima di leggere e lasciarsi andare ai loro ricordi personali. Molto particolare quella di Mainetti che nel 1943 è stato catturato dai tedeschi sul lago di Garda e deportato in un campo di lavoro nel nord della Germania fino al 1945».
A Torre de’ Picenardi l’appuntamento con la Giornata della Memoria prosegue oggi alle 18 in piazzetta Wojtyla dove l’amministrazione comunale del sindaco Mario Bazzani e dell’assessore alla Cultura Oliva Rosa Cabrini organizza un momento di raccoglimento e riflessione con letture da parte di alcuni cittadini di Torre . I fogli, una volta letti, verranno attaccati su un grande telone rosso, attraversato dal filo spinato. La cerimonia si svolgerà in diretta sulla pagina Facebook dell’unità pastorale di Torre de’ Picenardi.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400