il network

Giovedì 28 Maggio 2020

Altre notizie da questa sezione


EMERGENZA SANITARIA

Coronavirus, tre pulsossimetri dal Rotary Piadena in dono all'ospedale di Asola

Nuovo gesto a favore del territorio nella lotta al Covid-19

Coronavirus, tre pulsossimetri dal Rotary Piadena in dono all'ospedale di Asola

PIADENA/ASOLA (28 marzo 2020) - Il Rotary Piadena Oglio Chiese, in questo momento di particolare difficoltà, dopo aver consegnato 2000 mascherine, distribuite tra i Comuni di Asola, Piadena Drizzona, Isola Dovarese, Canneto sull’Oglio e Fondazione Giuseppe Aragona di San Giovanni in Croce, si rende protagonista di un altro gesto a favore del territorio nella lotta al Covid-19. “Nel pomeriggio di venerdì 25 marzo, il presidente dell’Associazione Amici dell’Ospedale di Asola Stefano Sardini, con la vice presidente Ambra Barosi, ha ufficialmente consegnato all’Ospedale di Asola, nella persona della signora Daniela Bozzoli, attuale Coordinatrice dei Reparti Covid, tre pulsossimetri professionali portatili, acquistati e donati dal nostro Club”, rende noto il presidente del Rotary Club Piadena Oglio Chiese, Gianfranco Tripodi.

“Come sottolineato dal dottor Sardini - osserva Tripodi -, questi apparecchi sono molto importanti sia nella fase acuta della malattia, sia nel follow up della stessa, in quanto consentono di rilevare la concentrazione di ossigeno nel sangue. Per altro, la scelta del club di donare questi apparecchi ha tenuto conto sia dell’urgenza nella lotta al Covid -19, sia del fatto che essi rimarranno in dotazione dell’Ospedale di Asola e potranno essere utilizzati, in modo permanente, anche dopo che questa crudele battaglia sarà terminata".

Alla consegna degli apparecchi, non potendosi allontanare da Lonato del Garda, Comune di sua residenza, Tripodi è stato sostituito, in rappresentanza del Club, dal vice Presidente  Francesco Fabozzi, per altro in servizio presso lo stesso Ospedale di Asola. “Il nostro Club - aggiunge Tripodi - non ha enormi capacità patrimoniali, ma non si esime dal gratificante impegno di donare, ed agire, a favore del territorio: in tal senso, mi preme sottolineare che stiamo mettendo a disposizione tutti gli importi risparmiati dalla mancata effettuazione delle nostre conviviali e dalla rinuncia ad altre iniziative già programmate: per l’occasione, i soci hanno altresì versato una somma ulteriore rispetto alle proprie quote annuali, al fine di permettere più azioni a supporto di questa comune battaglia. La solidarietà è come la vita: la si costruisce tutti insieme, con gesti all’apparenza piccoli, ma concreti e costanti, facendo ognuno la propria parte. E la grande comunità rotariana sta compiendo gesti concreti in ogni angolo d’Italia e del mondo: il che ci fa sentire orgogliosi e stimolati a continuare. Nel sempre fermo convincimento che il gesto del donare sia quello che più appaga e gratifica chi lo fa”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA DI TESTI, FOTO E VIDEO

28 Marzo 2020