Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

GUSSOLA. LA STORIA

Esposito è tornato: dalla malattia al gol decisivo

Il giovane casalasco del Santa Maria (Seconda) ha segnato al Dosimo una rete liberatoria. Aveva abbandonato il calcio a causa di una osteomielite cronica, ora è di nuovo in campo

Daniele Duchi

Email:

dduchi@laprovinciacr.it

13 Dicembre 2019 - 16:13

Esposito è tornato: dalla malattia al gol decisivo

Il 21enne casalasco Mario Esposito

GUSSOLA (13 dicembre 2019) -  Gli avevano detto che difficilmente sarebbe tornato a giocare. Che quelle maledette infiammazioni alle ossa e alla colonna vertebrale, sintomi di una malattia rara che lo tormenta da quando è bambino, l’avrebbero tenuto a lungo lontano dai campi da calcio. Mario Esposito, però, ha la testa dura e una passione indistruttibile. Non si è mai arreso, il 21enne casalasco, ha lottato per ottenere di nuovo l’idoneità sportiva agonistica, ha ripreso il ritmo partita, si è rimesso in gioco con caparbietà, prendendosi anche qualche rischio. E domenica, con la maglia dell’Oratorio Santa Maria (Seconda categoria), ha realizzato un gol dai mille significati. Decisivo, perché ha permesso ai gialloneri di Gussola di superare il Persico Dosimo (2-1). Ma soprattutto liberatorio, pieno di emozioni, quasi una rivincita. Si tratta infatti della prima rete realizzata da Mario a livello di prima squadra dopo un autentico calvario lungo 9 anni.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400