Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

CASALMAGGIORE. LA CITTA' DIMENTICATA

Passeggiata d’arte fra i tesori del centro

Fregi, decori, figure antropomorfe e zoomorfe sulle case. In un libro tre percorsi per riscoprire un patrimonio di bellezza

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

12 Dicembre 2019 - 08:34

Passeggiata d’arte fra i tesori del centro

CASALMAGGIORE (12 dicembre 2019) - L’hanno chiamata ‘Passeggiata slow town alla ricerca di mascheroni, figure antropomorfe, fregi e decorazioni’ e vuole essere un contributo culturale alla valorizzazione delle bellezze di Casalmaggiore. Autori della bella iniziativa — che si riassume in tre percorsi partendo da piazza Garibaldi (al Museo Diotti, alla chiesa di San Francesco e alla chiesa della Beata Vergine (ex ospedale) — sono Maria Adelaide Donzelli, docente di storia dell’arte al Polo Romani, e Franco Manfredi, fondatore del blog ‘Casalaschi nel mondo’ e appassionato ricercatore di casi di esadattilia, opere raffiguranti personaggi sacri (per lo più) che presentano sei dita in un piede o in una mano. «Come in una divertente caccia al tesoro — riassumono gli autori nella pubblicazione progettata da Manfredi con sue fotografie — ciascuno di noi può scoprire ciò che non ha mai notato prima. I tesori che possiamo trovare non sono importanti per il loro valore venale quanto per la testimonianza di sentimenti, gusti, amore per il bello dei nostri antenati: un piccolo-grande patrimonio da preservare per l’intera comunità». Punti di riferimento dell’operazione sono alcuni termini, le parole dell’arte descritte in fondo alla pubblicazione, come architrave, chiave di volta, festone, formella, fregio, marcapiano, mascherone, putto, trabeazione.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400