Cerca

Eventi

Tutti gli appuntamenti

Eventi

TRAGEDIA A VICOMOSCANO

Trovata morta dopo un mese, «Non era seguita dai servizi sociali»

Il dramma della solitudine di cui è stata vittima la 62enne non era un caso di disagio, ma una scelta. L’assessore: «Non c’erano margini per intervenire e non si possono dare colpe a nessuno»

Cinzia Franciò

Email:

cfrancio@laprovinciacr.it

10 Dicembre 2019 - 07:12

Trovata morta dopo un mese, «Non era seguita dai servizi sociali»

VICOMOSCANO (10 dicembre 2019) - Quello di Teresa Martelli, 62 anni, originaria di Vicobellignano, figlia unica rimasta presto orfana di padre, trovata domenica pomeriggio senza vita nella sua casa di via degli Ontani a Vicomoscano, dopo — si presume — circa un mese dal decesso, è un caso che ha suscitato molta impressione, per l’alone di grande tristezza da cui è circondato. Un dramma della solitudine, s’è detto, non per scelta degli altri, ma della stessa ex infermiera che aveva finito per chiudersi in se stessa e tenere lontano da sé le persone. «Non era seguita dai servizi sociali», ci dice l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Casalmaggiore Gianfranco Salvatore. «A quanto risulta, lei aveva lanciato in più occasioni segnali della sua volontà di vivere in modo molto riservato, schivo. Una scelta del tutto legittima, personale, in cui nessuno può evidentemente entrare. Non si possono dare colpe a nessuno per questa situazione». In casi come questi i margini di manovra sono molto ridotti perché non si può invadere la privacy altrui.

Commenta scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su La Provincia

Caratteri rimanenti: 400